menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La droga sequestrata dai carabinieri

La droga sequestrata dai carabinieri

La moglie lancia dalla finestra di casa la droga, arrestata con il marito

Al rione Minissale dopo i controlli all'uomo la perquisizione dei carabinieri è stata estesa all'appartamento dei due. Per entrambi domiciliari con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

La moglie ha tentato di disfarsi della droga lanciandola dalla finestra. Ieri ser i carabinieri della Stazione Messina Gazzi hanno arrestato, in flagranza di reato, una coppia: un 60enne, già noto alle forze dell’ordine, e una 57enne ritenuti responsabili del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Nel corso dei servizi di controllo del territorio i militari hanno notato l'uomo mentre a bordo della propria autovettura stava effettuando una manovra di sosta al rione Minissale nel capoluogo nei pressi della sua abitazione. Alla vista dei carabinieri assumeva un atteggiamento nervoso che ha insospettito gli investigatori che lo hanno sottoposto a un controllo di polizia e all’esito della perquisizione personale, lo hanno trovato in possesso di 44 grammi di sostanza stupefacente di tipo “marijuana”. La perquisizione è stata estesa anche all’abitazione al cui interno era presente la moglie che tentava di disfarsi di alcuni sacchetti gettandoli da una finestra; il tutto è stato notato dai militari, che preventivamente avevano cinturato lo stabile, recuperavano tre sacchetti al cui interno era contenuta sostanza stupefacente tipo marijuana per un peso complessivo di circa 800 grammi. La perquisizione domiciliare ha inoltre consentito di rinvenire anche un bilancino di precisione. 
La sostanza stupefacente ed il bilancino di precisione sono stati sequestrati ed i due coniugi sono stati arrestati, in flagranza di reato, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Ultimate le formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Messina, i due arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari in attesa dell’udienza con rito direttissimo. Il giudice del Tribunale di Messina ha convalidato l’arresto operato dai carabinieri ed ha applicato per entrambi la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento