menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragazzino disabile allontanato da casa, il Garante per l'Infanzia: "Massima cautela sulla vicenda"

Il provvedimento del tribunale nei confronti di un 13enne con una grave malattia psichica. Il minore sarebbe stato costretto a lasciare la propria abitazione poiché disturbava i vicini. L'intervento di Angelo Costantino

Un ragazzino disabile dovrà lasciare la propria casa insieme ai genitori e alla sorellina. Lo ha disposto il tribunale di Messina accogliendo la denuncia di una coppia di vicini "disturbati" dalla presenza del 13enne affetto da una grave malattia psichica.

Una notizia riportata dall'attrice Maria Grazia Cucinotta.  "Il ragazzino - spiega l'attrice - è affetto da Adhd, una grave sindrome psichica. E' una storia paradossale, il provvedimento emesso dal Gip di Messina è stato adottato perché una coppia di vicini, dicendosi esasperata dal comportamento del ragazzo, ha presentato denunce".

Il giudice avrebbe addirittura deciso di applicare il braccialetto elettronico ai genitori del giovane, per dissuaderli dall'avvicinarsi all'abitazione.

Una vicenda grave che vede al centro un minore e su cui Angelo Costantino, Garante per l'Infanzia predica cautela. "Occorre innanzitutto - precisa a Messina Today - fare necessaria chiarezza sulla vicenda. E' necessaria assoluta cautela vista la presenza di un minore che rischia una sovraesposizione mediatica dannosa quanto inopportuna. Quanto dichiarato da Maria Grazia Cucinotta mi lascia perplesso, il nostro sistema si basa sulla tutela dei minori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano, come scegliere quello giusto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento