rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Ragazzine ubriache fradice finiscono al pronto soccorso, Sos del Garante al Prefetto: "È emergenza"

Costantino pronto a chiedere un tavolo di confronto in prefettura sul disagio giovanile, punta il dito contro chi ha venduto l'alcool: "I ragazzi non possono essere visti come beni di consumo"

Due quattordicenni finite in ospedale per un malore dovuto all'abuso di alcool. È successo sabato sera, nei luoghi della movida centrali della città. Episodio che torna ad accendere i riflettori sull'emergenza già segnalata dal Garante dell'infanzia nel corso del convegno dedicato ai nuovi problemi dei minori. 

"Nel giorno in cui si celebra la “Convenzione dei diritti del fanciullo” c’è ancora chi vende alcol ai minori. Due ragazze in pronto soccorso sono lo specchio della disattenzione all’infanzia e all’adolescenza nella nostra città. I ragazzi sono visti come primi fruitori di beni di consumo e non nei loro bisogni più profondi", scrive in un post Angelo Costantino. 

"Prima o poi racconteremo la tragedia e saremo tutti pronti, me compreso, a disperarci per quello che non siamo riusciti a fare. Se ci si divide sul disagio giovanile abbiamo già perso ed il bambini ne pagheranno il prezzo più alto. Al Convegno del 19 novembre gli esperti hanno lanciato, dati alla mano, un allarme sulle fragilità di questa nuova generazione e descritto una vera propria “Emergenza Infanzia", prosegue. 

Il Garante è pronto a intervenire in merito a una vicenda che rappresenta sotalto l'ennesimo caso di mancata responsabilità della città nei confronti dei più deboli. "Nei prossimi giorni mi farò portavoce con Sua Eccellenza il Prefetto della necessità di aprire un tavolo permanente, con tutti gli attori istituzionali, del privato sociale e del commercio, affinché si possano trovare soluzioni condivise. La cura dell’infanzia è responsabilità di tutti e non sarà mai motivo di contesa politica", conclude. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzine ubriache fradice finiscono al pronto soccorso, Sos del Garante al Prefetto: "È emergenza"

MessinaToday è in caricamento