Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Trentenne morta al Piemonte dopo mal di testa e vomito, indaga la procura: nominato il consulente di parte

C’è attesa per l’esame autoptico che potrà aiutare a chiarire le ragioni del decesso di Jenny Silvestro. Sequestrate le cartelle cliniche e aperto un fascicolo a carico di ignoti

E’ stato aperto un fascicolo ancora a carico di ignoti per la morte della trentenne Jenny Silvestro, deceduta venerdì scorso all’ospedale Piemonte dopo oltre ventiquattr’ore di mal di testa e vomito. La donna non aveva patologie.

Già giovedì la donna era stata male con mal di testa e vomito. E’ andata al Policlinico dove le è stato somministrato un analgesico per sospetta cervicalgia – secondo quanto riferito dai parenti - e sono state effettuate Tac ed analisi del sangue che però non hanno evidenziato nulla. Nel pomeriggio era stata costretta a tornare al Policlinico per i forti dolori ma sembra che in quest’ultimo caso non siano stati fatti ulteriori accertamenti.

La donna è tornata dunque a casa ma l’indomani si è presentata al pronto soccorso del Piemonte dove è morta prima di poter effettuare una nuova Tac.

La polizia ha già sequestrato le cartelle cliniche nei due ospedali ma c’è attesa per l’esame autoptico che potrà aiutare a chiarire le ragioni del decesso. Il consulente tecnico nominato dalla famiglia è il dottore Antonio Bondi. Jenny Silvestro,  lascia marito e un figlio piccolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trentenne morta al Piemonte dopo mal di testa e vomito, indaga la procura: nominato il consulente di parte

MessinaToday è in caricamento