Cronaca

Dimesso dall'ospedale, muore poco dopo a casa: familiari presentano denuncia

Il giallo sulla morte di un 53enne ritrovato senza vita sul suo letto. Disposta l'autopsia mentre i familiari contestano il suo mancato ricovero. Indagati tre medici del Papardo

Resta al momento un giallo la morte del  53enne messinese Letterio Ventura, trovato senza vita sul suo letto la mattina del 2 agosto scorso. Poche ore prima l'uomo era stato dimesso dall'ospedale Papardo con una diagnosi di febbre e addensamenti polmonari. I familiari hanno presentato denuncia ai carabinieri e sulla salma, attualmente conservata in obitorio al Policlinico, verrà eseguita l'autopsia così come disposto dal pm Francesca Bonazinga che ha iscritto tre medici nel registro degli indagati. 

Secondo quanto dichiarato dal fratello alle forze dell'ordine, l'uomo, già sofferente di altre patologie, tre giorni fa ha accusato difficoltà nella respirazione. All'aggravarsi delle sue condizioni, il fratello lo ha portato al pronto soccorso del Papardo. Giunto in ospedale, il 53enne è stato visitato dopo che il personale sanitario ha escluso l'infezione da Covid, vista la febbre rilevata durante gli accertamenti. Alla fine, sempre secondo quanto messo nero su bianco dalla famiglia nella denuncia ai carabinieri, i medici hanno optato per le dimissioni prescrivendo all'uomo una cura da poter fare a casa.

L'uomo è quindi ritornato nella propria abitazione, ma la mattina successiva è stato trovato morto dalla sorella. I parenti si sono quindi rivolti alle forze dell’ordine alla luce del mancato ricovero in ospedale. Saranno adesso gli inquirenti a chiarire le cause del decesso e indagare per eventuali responsabilità del personale sanitario. Ad assistere i familiari del 53enne è l'avvocato Giovanni Caroè. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimesso dall'ospedale, muore poco dopo a casa: familiari presentano denuncia

MessinaToday è in caricamento