Cronaca

Prof morta dopo il vaccino, il caso finisce in Parlamento: Gruppo Misto presenta interrogazione

La lettera di undici deputati al ministro della Giustizia per chiedere conto sui ritardi delle indagini. Il grido per avere "trasparenza e verità" da parte dei familiari di Augusta Turiaco

Finisce in Parlamento il caso Augusta Turiaco, la professoressa messinese morta lo scorso marzo dopo aver ricevuto la prima dose di Astrazeneca, così come denunciato dalla famiglia. I deputati del Gruppo Misto, Raduzzi, Baroni, Corda, Ehm, Forciniti, Giuliodori, Sodano, Spessotto, Suriano Testamento, Trano e Villarosa, hanno presentato un'interrogazione al ministro della Giustizia Marta Cartabia per chiedere conto dei ritardi nelle indagini.

Dopo l'esposto presentato dai familiari della sfortunata docente, la Procura ha aperto un'inchiesta incaricando vari consulenti a redigere le opportune perizie per ricostruire il caso e individuare eventuali correlazioni tra il decesso e la dose del vaccino anti-Covid. "Tuttavia - si legge nella nota dei deputati -  a fronte del termine di 30 giorni concesso dalla Procura per il deposito della consulenza ad oggi sono trascorsi oltre 6 mesi e la perizia risulterebbe non ancora depositata. La Procura di Messina che ha in carico anche il procedimento riguardante la morte dell’avvocato Mario Turrisi, avvenuta in presunta correlazione con la somministrazione del vaccino Astrazeneca, avrebbe nominato come consulenti tecnici gli stessi della signora Turiaco ed anche in questo caso la relazione non risulterebbe essere stata depositata. Si chiede di sapere se il ministro sia a conoscenza dei fatti esposti e quali iniziative intende adottare nei confronti della Procura di Messina per risolvere tempestivamente i gravi ritardi ancora in corso riguardanti il deposito delle relazioni tecniche da parte dei soggetti incaricati".

Intanto, la famiglia Turiaco ha ringraziato gli onorevoli Raduzzi, Baroni, Corda, Ehm, Forciniti, Giuliodori, Sodano, Spessotto, Suriano Testamento, Trano e Villarosa per l’interessamento alla tragedia che li ha colpiti. "La famiglia, tramite l’avvocato Daniela Agnello, auspica che il prolungato silenzio sia interrotto con la conclusione delle indagini avviate e chiede verità e giustizia per una morte che non può essere dimenticata".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prof morta dopo il vaccino, il caso finisce in Parlamento: Gruppo Misto presenta interrogazione
MessinaToday è in caricamento