Cronaca

Addio Achille Baratta, ingegnere-artista che amava Messina

Ci ha lasciato ad 85 anni Aldobrando, ingegnere poliedrico presente nella storia degli ultimi settant’anni con le sue mostre e i progetti avveniristici

Macchina fotografica sempre a portata di mano, papillon o cravatta colorata e giacche a quadri con qualche macchia di colore. Quelli che usava per dipingere. 

Era la sua vita il colore. Si vedeva anche dall’abbinamento dei vestiti che scatenava inevitalmente qualche sorriso. Ma mai fragoroso e simpatico come il suo. 

Questo era Achille Baratta, in arte Aldobrando, ingegnere poliedrico dal carattere sempre allegro e gentile, presente nella storia degli ultimi settant’anni a Messina con le sue mostre “improvvisate” , le sue presentazioni di libri e i progetti avveniristici.

Sì, perché Achille Baratta, che ci ha lasciato ieri notte ad 85 anni, aveva l’energia che tanti ragazzi si sognano. Impossibile stargli dietro. Fino all’ultimo progettava, lavorava. 

E soprattutto sognava. Sognava e regalava le sue opere così come le sue idee che si sforzava sempre di progettare a costo zero. Dall’arredo urbano alle installazioni per Giampilieri (nella foto una scultura di Baratta esposta al Palacultura).

C’è in personaggi come l’ingegnere Baratta non solo la passione per il proprio mestiere ma anche un chè di artistica follia: scorrere i suoi libri, guardare i suoi quadri è come vedere passare davanti la storia di una città. 

Scultura AldoBrando-2

Una delle ultime iniziative lo aveva impegnato tanto: aveva chiamato a raccolta decine di artisti che hanno dato la loro disponibilità per un progetto di riqualificazione di piazza Cairoli. Un centinaio le opere che si sono resi disponibili a donare, più le mattonelle messe a disposizione gratuitamente dai ceramisti siciliani. Un gesto di “civismo”,  lo aveva definito Achille Baratta non senza aggiungere che Messina, però, i civisti li vede come una camurria.?

Loro, i civisti, colorano, sognano e progettano; sono vecchi professionisti che non hanno niente da fare e disturbano i flussi di finanziamento che si attendono negli anni a venire. 

Buon viaggio, Achille. Tu non eri camurria. Spero che esista un posto dove puoi continuare a sorridere e colorare.

I funerali domani alla chiesa di Sant'Elena al villaggio Annunziata, alle ore 11.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Achille Baratta, ingegnere-artista che amava Messina

MessinaToday è in caricamento