Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Messina piange la morte di monsignor D'Arrigo, parroco indimenticabile che ha fatto la storia della città

Cappellano della Vara e docente al Basile stato un vero e proprio simbolo spirituale

Diocesi a lutto per la scomparsa di monsignor Vincenzo D'Arrigo. Lo storico cappellano della Vara e docente per decenni al liceo artistico Basile muore a 93 anni dopo aver fatto la storia della parrocchia che ha guidato per oltre cinquant'anni e del suo territorio. 

D'Arrigo è stato un vero e proprio simbolo spirituale per Messina. Il suo nome è legato da decenni alla parrocchia dell'Annunziata che ha lasciato nel 2019 insieme alla carica di cappellano della Vara e di presidente del Comitato.

L'avventura pastorale di monsignor D'Arrigo comincia nel 1957, ordinato dall'arcivescovo monsignor Angelo Paino. Dopo una breve esperienza come vice parroco a San Pier Niceto e poi a Santa Caterina, negli anni Sessanta  diviene parroco della Maria SS. Annunziata. In breve tempo diventa un punto di riferimento per il popoloso quartiere, ascolta i problemi della gente, si intesta battaglie e fa della sua chiesa un luogo sicuro dove rifugiarsi. 

Ma il suo impegno ha riguardato l'intera città. In molti ricordano le prese di posizione sulle baracche e dopo la tragedia dell'alluvione che ha colpito l'Annunziata ma anche la sua netta presa di posizione nel 2009 contro il trasferimento dell'istituto d'arte Ernesto Basile, di cui è stato a lungo docente, dalla sede storica di piazza Vittoria ai nuovi plessi dell'Annunziata - Conca d'Oro. In quell'occasione aveva ribadito la propria contrarietà schierandosi accanto agli studenti. 

Nel 2005 per monsignor D'Arrigo arriva poi il riconoscimento più importante: Papa Benedetto XVI lo nomina Cappellano di Sua Santità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Messina piange la morte di monsignor D'Arrigo, parroco indimenticabile che ha fatto la storia della città
MessinaToday è in caricamento