Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Addio al maestro Delogu, messinese e musicista internazionale

Aveva 85 anni, i funerali saranno celebrati lunedì 17 giugno alle 11 nella Chiesa di Santa Chiara a Roma. Il ricordo del giornalista Vincenzo Bonaventura con un pagina scritta dal direttore d'orchestra per il libro “Cara Messina...”

Addio a Gaetano Delogu, grande maestro messinese che ha onorato la sua città. Direttore d'orchestra dalla prestigiosa carriera internazionale, Delogu ha studiato e si è formato a Messina.  La sua attività internazionale è cominciata nel 1968, anno in cui ha vinto il Concorso Dimitri Mitropoulos di New York.

Delogu, aveva 85 anni. I funerali saranno celebrati lunedì 17 giugno alle 11 nella Chiesa di Santa Chiara a Roma. Direttore Stabile al Teatro Massimo di Palermo e nel 1978 è direttore musicale e direttore stabile della Denver Symphony Orchestra ed Artistico della Denver Symphony Orchestra negli Usa, Delogu è stato ospite con successo di numerose orchestre come la London Philharmonic, la London Symphony, la BBC, l’Orchestra del Covent Garden, l’Orchestre National de France, la Japan Philharmonic, la Praga Symphony Orchestra e la Czech Philharmonic Orchestra.

Il cd di Vivaldi inciso per la Supraphon ha vinto il Disco d’oro a Praga nel 1996. Nel 1995 è stato nominato Direttore Stabile e Musicale della Praga Symphony Orchestra, con la quale ha svolto tour in Taiwan, in Giappone e in Germania. A seguito dell’attività svolta con l’Orchestra, è stato nominato direttore onorario ed è stato insignito di un alto riconoscimento da parte del sindaco della città di Praga nel 2000.

Il suo cd di tutto il ciclo sinfonico di Má Vlast di Smetana, diretto in occasione dell’inaugurazione del Festival di Praga, ha vinto il “Disco d’oro” del 2001. Una carriera straordinaria che non gli ha fatto dimenticare mai la sua Italia e neanche la sua Messina. 

È ritornato in Italia sempre con l’orchestra praghese per diversi tour che lo hanno visto ospite di importanti istituzioni musicali dal Teatro Massimo di Palermo a Siena dove è stato ospite della Accademia Chigiana per la Settimana Musicale Senese, alla Società dei Concerti Baratelli dell’Aquila e all’Auditorium di Roma per la Stagione Sinfonica dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Con la Janacek Philharmonic è stato in tour in Croazia e Jugoslavia e con la stessa Orchestra ha inaugurato in Italia il Festival di Ravello. 

Nel 2011 ha diretto il Concerto di Capodanno al teatro Vittorio Emanuele.

Straordinario il suo intervento per il libro di Vincenzo Bonaventura, "Cara Messina... Manifesto ideale dei messinesi della diaspora", che il giornalista e scrittore ha curato in occasione del centenario del terremoto, su iniziativa del Comitato "100 Messinesi". Bonaventura ora lo ricorda lo con affetto in un post in cui ripropone la pagina scritta dal maestro. Eccola.

facebook_1560423804897-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio al maestro Delogu, messinese e musicista internazionale

MessinaToday è in caricamento