Movida, ancora violazioni e multe: gestore denunciato per minacce e resistenza durante i controlli

Ennesima notte di fuoco per la polizia municipale. Passati a setaccio i locali della riviera nord. Numerose le sanzioni per assembramenti, cibo mal conservato e aperture oltre l'orario consentito

Continuano senza sosta i controlli della polizia municipale durante le notti delle movida estiva. Ieri è stata l'ennesima notte di fuoco per gli uomini della Sezione Specialistica guidati dal commissario Giovanni Giardina. Gli agenti hanno passato a setaccio i locali della riviera nord, riscontrando diverse infrazioni. Momenti di tensione si sono registrati durante i controlli a tre locali che erano rimasti aperti ben oltre le 2, limite orario imposto dall'ordinanza del sindaco De Luca. Il gestore di una di queste attività è stato deferito per minacce, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Sul posto è intervenuta anche una volante della polizia di stato.

Un noto locale è stato invece sanzionato in quanto deteneva dei prodotti in cattivo stato di conservazione, sempre allo stesso locale è stata contestata la mancanza di tracciabilità per alcuni vasetti di tiramisù privi anche della prevista etichettatura ed inoltre è stato contestato l’assembramento ai tavoli. Un altro locale sulla riviera è stato verbalizzato per la cattiva conservazione di cozze e vongole, per l'occupazione abusiva di circa 80 mq di suolo demaniale (spiaggia) per la mancanza dell etilometro e della tabella indicante il tasso alcolemico dei liquori e degli effetti sulla capacità di guida in stato di ebbrezza. 

L’assessore  alla Polizia Municipale Dafne Musolino esprime apprezzamento per l’attività svolta dalla sezione Specialistica che "con il suo operato garantisce un costante controllo a tutela della incolumità e della salute pubblica. “La quasi quotidiana contestazione di violazioni delle disposizioni sanitarie in materia di somministrazione e conservazione degli alimenti rende evidente l’importanza dell’attività svolta dalla PM. Inoltre continuano ad essere rilevate le inosservanze alla normativa in tema di vendita di alcolici, che dimostra come sul tema ci sia molto ancora da fare in termini di informazione e di prevenzione dell’abuso del consumo di alcol. Su entrambi questi aspetti rinnovo l’invito alle associazioni di categoria per una azione sinergica per fornire agli operatori del settore il giusto supporto formativo e informativo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donne contro le donne, esplode il caso delle vignette "scandalose" di Lelio Bonaccorso

  • Covid, è morto il sindacalista Santino Paladino

  • Stroncato da un malore mentre consegna la frutta a un cliente, muore il titolare di una azienda

  • Coronavirus, due i casi a Messina con la sindrome di Kawasaki

  • Il supercriminologo: “Su Viviana e Gioele riparto da zero ma i dettagli parlano chiaro”

  • Messa della vigilia di Natale alle 20, cenoni e tombolate con parenti "ristretti": prime anticipazioni sul Dpcm delle feste

Torna su
MessinaToday è in caricamento