Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Lipari

Tagliole e munizioni sequestrate ad Alicudi, l'allarme del Cabs contro il bracconaggio

L'associazione ringrazia per l'operazione i carabinieri e avverte: “Tante segnalazioni da Lipari per la cattura illegale di conigli. Ma colpiscono anche cani e gatti”

Tante trappole, quelle sequestrate dai carabinieri di Filicudi, ad un uomo accusato di detenzione illegale di munizioni di armi comuni. Ben 43 tagliole occultate sotto teli. Secondo il Cabs, l'associazione di volontari specializzata in antibracconaggio, si tratterebbe di grosse trappole in genere utilizzate per mammiferi. "E' probabile che tali marchingegni - ha affermato il Cabs - potessero servire per la cattura dei conigli anche se il loro tremendo effetto poteva colpire anche cani e gatti".

Secondo l'associazione il ritrovamento di un così elevato numero di trappole sequestrate, suscita non poche perplessità. Per quale motivo una singola persona detiene 43 trappole, oltre che 225 cartucce da caccia a pallini calibro 12?

"Ringraziamo i carabinieri di Filicudi per l'ottimo intervento - ha aggiunto il Cabs - e invitiamo gli investigatori a proseguire le indagini al fine di accertare il destino della fauna che sarebbe stata catturata".

Nel passato al Cabs erano già giunte segnalazioni da verificare sull'uso di trappole per i conigli nell'isola di Lipari. Animali probabilmente da destinare alla preparazione di piatti locali.  Purtroppo il bracconaggio italiano non finisce di stupire. L'uso di trappole ed altri strumenti utili alla cattura della fauna selvatica, è ancora molto comune, nonostante i formali divieti di legge che risalgono, ormai, a numerosi decenni addietro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagliole e munizioni sequestrate ad Alicudi, l'allarme del Cabs contro il bracconaggio

MessinaToday è in caricamento