rotate-mobile
Cronaca

Emergenza covid, la stretta della prefettura sulle festività natalizie: potenziate le pattuglie

Il comitato provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica ha definito le misure per il controllo del territorio per le prossime settimane stabilendo l'aumento delle forze in campo per evitare gli assembramenti e per monitorare i luoghi di shopping e movida

Gestione dei flussi in transito sullo stretto, monitoraggio del centro della città e controlli nelle piazze. Ieri pomeriggio la prefettura durante la riunione di Comitato Ordine e Sicurezza Pubblica, in modalità video conferenza, ha pianificato i servizi di controllo del territorio in vista delle imminenti festività natalizie. All’incontro, presieduto dal Prefetto, Maria Carmela Librizzi, hanno partecipato, il Questore, il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, l’Assessore alla Polizia Municipale del Comune di Messina, il Direttore dell’ASP di Messina e il Capo della Segreteria Tecnica dell’Assessore Regionale alla Salute.

In particolare, è stato stabilito l’utilizzo di contingenti di pattuglie mobili in grado di far fronte ad eventuali assembramenti soprattutto nelle piazze e nelle aree ritenute più esposte connesse allo shopping natalizio e alla movida. Il rispetto delle norme restrittive anti assembramento si svolgerà con l’azione coordinata delle Forze di polizia in concorso con le Polizie Municipali, tenuto conto degli ulteriori divieti stabiliti dalle ordinanze sindacali. 

SI intensificheranno poi i controlli nelle principali arterie stradali e agli snodi dei servizi di trasporto anche con l’ausilio della Polizia stradale e della Polizia ferroviaria tra il 21 dicembre e il 6 gennaio, e nelle giornate del 25 e 26 dicembre e del 1° gennaio. Restano fermi i servizi già previsti e intensificati presso le stazioni ferroviarie, ai luoghi di imbarco dei traghetti e alle stazioni dei pullman.

Il Prefetto ha richiamato l’attenzione anche sulla necessità di non abbassare i livelli di guardia con rifermento a possibili attacchi terroristici, attenzionando in particolare i luoghi maggiormente esposti, quali quelli di culto e ha infine evidenziato come i piani di controllo operativi, disposti con il massimo impiego delle Forze dell’ordine e locali disponibili, non potranno conseguire lo svolgimento in sicurezza delle festività natalizie se non accompagnati dal senso di responsabilità dei cittadini nell’osservanza delle particolari restrizioni previste dalle vigenti disposizioni per il contrasto alla diffusione del contagio.

Fra le misure introdotte dalla nuova ordinanza regionale, in collaborazione con il Comune di Messina ed i vettori marittimi, è stato previsto per i cittadini residenti nella provincia di Messina che coloro i quali, non avendo già provveduto all’effettuazione di un tampone molecolare nelle 48 ore precedenti l’arrivo in Sicilia, decidano volontariamente di sottoporsi a tampone, potranno recarsi in tre postazioni drive-incollocate in prossimità dell’Ex-Gazometro, della stazione marittima e dell’approdo dei mezzi veloci.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza covid, la stretta della prefettura sulle festività natalizie: potenziate le pattuglie

MessinaToday è in caricamento