rotate-mobile
Cronaca

Neonata morta al Policlinico, condannati medico e ostetrica: "Cesareo eseguito troppo tardi"

Sono queste le conclusioni a cui sono giunti i giudici di primo grado. Entrambi gli imputati dovranno pagare anche una provvisionale di 50 mila euro per i genitori e 10 mila euro per il fratello

Un cesareo fatto troppo tardi all’origine della morte della piccola Vittoria Melitta Aisha Tomasello.

Sono queste le conclusioni a cui sono giunti i giudici di primo grado che hanno condannato il ginecologo Antonio Denaro a un anno e tre mesi e l’ostetrica Marzia Villanti a un anno, oltre il pagamento delle spese processuali in solido con il Policlinico per omicidio colposo e lesioni personali in concorso.

Entrambi gli imputati dovranno pagare anche una provvisionale di 50 mila euro per i genitori e 10 mila euro per il fratello, assistiti dagli avvocati Alberto Gullino e Anna Scarcella.

La piccola Vittoria era nata al Policlinico il 15 giugno 2017 con una encefalopatia che sarebbe stata causata dalla sofferenza fetale durante il travaglio. Una situazione che avrebbe comportato complicazioni sfociate nell’arresto cardiocircolatorio cinque mesi dopo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neonata morta al Policlinico, condannati medico e ostetrica: "Cesareo eseguito troppo tardi"

MessinaToday è in caricamento