Cronaca

La nomina del direttore generale rispetta le norme, l'Anac archivia il caso di presunta inconferibilità

Il procedimento si era avviato lo scorso 25 maggio 2021 e si è concluso oggi con il verdetto definitivo dell'Autorità nazionale anticorruzione. "Conferma della piena correttezza del mio operato" ha commentato il segretario generale Rossana Carrubba

La nomina del direttore generale del comune Federico Basile non è inconferibile ma rispetta la norma per la trasparenza e l'anticorruzione. A mettere il parere nero su bianco è stata l'Anac, l'Autorità nazionale anticorruzione. La comunicazione di archiviazione del procedimento è arrivata oggi a Palazzo Zanca. Già il responsabile per la trasparenza e l'anticorruzione, nonché segretario generale del Comune, Rossana Carrubba aveva stilato un parere di sei pagine presentato al sindaco Cateno De Luca in cui sottolineava l'insussistenza dell'inconferibilità.

"Oggi questo parere conferma la piena correttezza del mio operato - ha commentato Carrubba - La legge sulla inconferibilità degli incarichi è molto complessa per cui ho chiesto il parere all'Anac a maggior sostegno e garanzia di quanto già sostenuto da me, ma anche per trasparenza e per mia tranquillità”.

L'iter per la valutazione della posizione di Federico Basile è cominciato il 25 maggio 2021 e si è quindi concluso oggi. La questione, dopo la prima sollecitazione all'Anac, era diventata anche oggetto di una iniziativa parlamentare di Articolo Uno. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nomina del direttore generale rispetta le norme, l'Anac archivia il caso di presunta inconferibilità

MessinaToday è in caricamento