Cronaca

Policlinico, il direttore generale: “Piena fiducia sulla regolarità della nomina di Levita”

Laganda difende le scelte e si dice pronto a dare chiarimenti in tutte le sedi dopo l'interrogazione della senatrice De Petris. Ma resta aperta la disputa con la Fgu Gilda. Che insiste: “Via subito o è danno erariale”

Prima una interrogazione del deputato regionale Claudio Fava, oggi quella della senatrice Loredana De Petris. C'è qualcosa che non quadra nella nomina del direttore sanitario del Policlinico di Messina Antonino Levita, sotto il fuoco incrociato delle polemiche sull'assenza di titoli necessari a ricoprire quel ruolo. 

E' toccato al direttore generale Giuseppe Laganga Senzio difendere le scelte aziendali, rinnovando "piena fiducia, ribadendo l'assoluta regolarità degli atti adottati nella procedura seguita - si legge in una nota - oggetto di puntuale informazione nei confronti sia dell'Assessorato per la Salute della Regione Siciliana che dell'Università degli Studi di Messina. La direzione aziendale, mantenendo la propria condotta rispettosa per le prerogative degli organi tecnici e politici deputati al controllo e per l'interesse pubblico alla trasparenza e alla correttezza dei procedimenti amministrativi, è pronta a fornire ogni chiarimento in tutte le sedi competenti - conclude Laganga - confermando la corretta applicazione della normativa e dei principi di buon andamento e imparzialità”.

La senatrice De Petris oggi ha spiegato che le contestazioni di tale nomina, sollevate dall'organizzazione sindacale Fgu Gilda Unams di Messina, si fonderebbero sulla considerazione che il dottor Levita, per essere nominato direttore sanitario, dovrebbe essere in possesso di 10 anni di attività di dirigente sanitario presso la direzione sanitaria, poiché carente di specializzazione in area di sanità pubblica, ed essere stato responsabile di unità operativa complessa per almeno 5 anni. 

Un concetto che il sindacato in questione ribadisce senza mezzi termini: “La risposta del direttore generale, a distanza di cinque mesi dalla nomina del direttore sanitario, giunge tardiva e priva di contenuti e ci lascia basiti - è la nota del segretario Paolo Todaro - Levita non possiede né il requisito dei cinque anni di Responsabilità di Struttura Complessa né quello di Direzione Medica di Presidio e pertanto gli va revocato l’incarico nell’immediatezza, poiché procura danno erariale. La Fgu - conclude Todaro - chiede l’immediato intervento delle Istituzioni competenti, con l’invio di Ispettori regionali e ministeriali, nonché l’immediato Commissariamento dell’Azienda ospedaliera Policlinico per reiterata omissione di atti obbligatori di legge, mancata trasparenza, gravi violazioni di legge e del principio di buon andamento e imparzialità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Policlinico, il direttore generale: “Piena fiducia sulla regolarità della nomina di Levita”

MessinaToday è in caricamento