Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Marina Moleti nuova presidente del Tribunale di Messina

La magistrata in servizio alla Corte d'Appello di Reggio Calabria conquista l'ambito scranno di palazzo Piacentini. Ritratto di un giudice che per primo in Italia ha indagato su Antonio Di Pietro

E’ Marina Moleti la nuova presidente del tribunale di Messina. Già giudice alla Corte d’Appello di Reggio Calabria, la Moleti si vede riconoscere l’ambita carica dopo che nell’ultima votazione nell’organo di autodisciplina dei magistrati era stata scelta l’ex presidente della Prima sezione penale di Messina, recentemente scomparsa, Silvana Grasso.

Marina Moleti, nipote del grande giurista messinese Gaetano Catalano, uno dei più importanti esperti di diritto canonino internazionale, si è imposta con 14 preferenze sull’altra concorrente messinese Ornella Pastore che si è fermata a 8. Tre gli astenuti.

In lizza per la nomina anche il capo dei Gip di Messina, Salvatore Mastroeni e l’ex pm di mani Pulite, Angelo Giorgianni.

Marina Moleti apprezzato giudice da tutta la categoria degli avvocati, si è sempre distinta per grande senso di equilibrio ed è nota in campo nazionale per essere stata il primo magistrato che ha indagato sul pool mani pulite con a capo Antonio Di Pietro e che si è comunque conclusa con un plauso.

Aderente alla corrente di magistratura indipendente, Marina Moleti è sposata con il professore Aristotele Malatino e si è vista negare, nella sua sudata corsa alla presidenza del Tribunale, i voti della corrente maggioritaria del Csm “Autonomia e indipendenza”, che fa capo al giudice Piercamillo Davigo ed è rappresentata in Sicilia dall’ex capo del Dap, Sebastiano Ardita e dall’ex pm della trattativa Stato-Mafia, Nino Di Matteo.

articolo modificato alle 16.30 del 7 maggio 2020 // inserita precisazione Di Pietro

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marina Moleti nuova presidente del Tribunale di Messina

MessinaToday è in caricamento