Iacp, Carlo Mazzù eletto nuovo presidente

Il governatore Musumeci ha firmato il decreto che dà il riassetto al Cda dell'Istituto Autonomo Case Popolari. Nomine anche per Quartarone e Tripodi

Novità all'Iacp di Messina. Il presidente della Regione Nello Musumeci ha firmato il decreto che ricostituisce il consiglio d'amministrazione dell'Istituto che si occupa della gestione degli immobili popolari. 

A capo del Cda è stato nominato l'avvocato Giovanni Mazzù. Accanto a lui opereranno Domenico Quartarone ed Ivan Tripodi. Il Consiglio di amministrazione si è già insediato alla presenza del commissario straordinario Leonardo Santoro e dei dirigenti dell’Istituto stesso.

Intanto, il consigliere comunale Libero Gioveni chiede già un provvedimento al nuovo Cda a sostegno degli inquilini degli alloggi di proprietà dell'Ente.  L'esponente di Fratelli d'Italia si rivolge a Mazzù affinché possa avviare un procedimento amministrativo con l'assessorato regionale competente che consenta anche agli inquilini degli alloggi popolari dell'Istituto di essere esentati dal canone di locazione per almeno sei mesi dell'anno 2020.

"D'altronde - evidenzia Gioveni - sotto il profilo sociale tutti i locatari degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica hanno il diritto di essere trattati allo stesso modo, indipendentemente da chi sia l'ente locatore. Comprendo bene che l'IACP sia un soggetto giuridico a sé con un proprio Bilancio - prosegue il consigliere - ma essendo presente adesso una governance in luogo di una struttura commissariale egregiamente diretta finora dall'ing. Leonardo Santoro, ritengo che l'aspetto politico e sociale non possa non emergere rispetto a delle necessità legate ad una crescente crisi economica che sta colpendo migliaia di cittadini (e quindi anche inquilini) a seguito dell'attuale emergenza sanitaria. Mi auguro quindi - conclude Gioveni - che il nuovo Consiglio di Amministrazione dell'IACP possa concretamente valutare questa misura economica nei confronti dei propri inquilini al pari degli inquilini di Comune ed ARISME che godranno fino al prossimo mese di dicembre dell'esenzione totale del canone grazie ai provvedimenti che Amministrazione e Consiglio Comunale stanno sinergicamente ponendo in essere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donne contro le donne, esplode il caso delle vignette "scandalose" di Lelio Bonaccorso

  • Covid, è morto il sindacalista Santino Paladino

  • Stroncato da un malore mentre consegna la frutta a un cliente, muore il titolare di una azienda

  • Coronavirus, due i casi a Messina con la sindrome di Kawasaki

  • Messa della vigilia di Natale alle 20, cenoni e tombolate con parenti "ristretti": prime anticipazioni sul Dpcm delle feste

  • Stop al coprifuoco per i negozi e riapertura delle scuole, passa in consiglio la mozione contro l'ordinanza di De Luca

Torna su
MessinaToday è in caricamento