menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il procuratore capo Maurizio De Lucia

Il procuratore capo Maurizio De Lucia

"Indagini svolte in autonomia", duro atto di accusa del procuratore De Lucia alla polizia municipale

In una nota trasmessa al sindaco Cateno De Luca il vertice degli inquirenti scrive di inchieste comunicate alla magistratura soltanto dopo l'avvio. Il caso degli sciatori rientrati a marzo 2020 dalle vacanze sulla neve. La replica sui social del sindacato Sulp

"Attività di indagine svolta in totale e non consentita autonomia": duro atto di accusa del procuratore capo Maurizio De Lucia che ha scritto al sindaco della Città Metropolitana Cateno De Luca, al prefetto Maria Carmela Librizzi e al procuratore generale presso la Corte d'Appello. "Questa procura - si legge - ha ricevuto in più occasioni dagli uffici di polizia municipale di Messina, "sezione di polizia giudiziaria" atti qualificati "annotazioni di polizia giudiziaria ex art. 357" dei quali risulta destinato come si trae dagli indirizzi anche il comando Corpo polizia municipale di Messina". De Lucia porta ad esempio la vicenda del marzo 2020 (sciatori messinesi di ritorno dalle vacanze sulla neve) che non avrebbero ottemperato alle prescrizioni del Dpcm dell'otto marzo 2020. Sotto la lente di De Lucia anche alcuni esposti del sindaco presentati "mutuando la procedura prevista dall'art. 366 del codice di procedura penale". Secondo quanto descrive il procuratore capo soltanto dopo l'attività investigativa svolta è stata informata la procura della Repubblica di Messina. "La invito pertanto - conclude De Lucia - ad adeguare il comportamento della polizia municipale di Messina ai canoni di legge sopra richiamati".

Dpcm violato, il caso degli sciatori 

Il Sulp, il sindacato unitario lavoratori polizia locale, ha replicato al procuratore capo pubblicando le note: "L'art. 5 della legge 65/86 che non limita nelle funzioni di polizia giudiziaria recita: Il personale che svolge servizio di polizia municipale nell'ambito territoriale dell'ente di appartenenza e nei limiti delle proprie attribuzioni esercita anche funzioni di polizia giudiziaria rivestendo a tal fine la qualità di agente di polizia giudiziaria". Il Sulp non è entrato nel merito delle comunicazioni che devono anticipare la delega conferita dalla procura rispetto all'inizio delle attività di indagine della polizia giudiziaria della Municipale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano, come scegliere quello giusto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento