rotate-mobile
Lunedì, 20 Marzo 2023
Cronaca

“Occultista e guaritore estorceva denaro minacciando di pubblicare video e foto hot”: 44enne in carcere

Si tratta di Carmelo Padovano, originario di Alessandria della Rocca, condannato in via definitiva a 12 anni di reclusione e a 9 mila euro di multa. Lo hanno catturato i carabinieri

Un personaggio dai mille volti, noto anche nel messinese e decisamente conosciuto nelle parrocchie perché frequentava gruppi di preghiera. Avrebbe fatto agli adepti delle comunità religiose minacciandoli di pubblicare video “hot” che li ritraevano in atteggiamenti intimi in cambio di denaro. In altre circostanza, invece, li convinceva di essere in pericolo e che solo lui, in cambio di denaro, avrebbe risolto i loro problemi. E in questa opera di persuasione si faceva anche aiutare dai genitori. In un caso specifico avrebbe estorto una somma di denaro a una donna di Mussomeli minacciando di pubblicare foto e video che la ritraevano in atteggiamenti intimi con il padre. I dettagli della vicenda sono stati resi noti dalla Compagnia dei carabinieri di Mussomeli nell'ambito dell'indagine denominata "Profanum".

Si tratta di Carmelo Padovano, 44 anni, originario di Santo Stefano di Quisquina, arrestato dai carabinieri in esecuzione dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Caltanissetta. E’ stato condannato, con sentenza del tribunale nisseno confermata dalla Corte d’appello e divenuta irrevocabile perché scaduti i termini per proporre ricorso in Cassazione, a 12 anni di reclusione, al pagamento di 9 mila euro di multa e all’interdizione perpetua dai pubblici uffici. 

Il procedimento scaturisce da complesse e articolate indagini effettuate, sotto la direzione della Procura di Caltanissetta, dai carabinieri di Mussomeli che lo arrestarono in flagranza di il 22 novembre del 2018 in riferimento all’episodio della donna di Mussomeli alla quale aveva estorto denaro con la minaccia di pubblicare le foto e i video “hot”.

Indagini che poi permisero di scoprire altri gravi episodi di estorsioni, truffe e violenze sessuali di cui Padovano si era reso autore nei territori di Raffadali, Caltabellotta, Ribera ma anche in provincia di Messina e Salerno.

In particolare è stato dimostrato che Padovano, frequentando i gruppi di preghiera, riusciva ad allacciare rapporti con alcuni membri che venivano sistematicamente minacciati della pubblicazione di foto e video che li ritraevano in atteggiamenti sessualmente espliciti. Reati commessi con la complicità dei genitori, Angela Longo e Vincenzo Padovano, anch’essi condannati in via definitiva. Tutto questo sfruttando la sua fama di “occultista e guaritore” e generando nelle vittime la convinzione dell’esistenza di gravi pericoli che solo lui, ovviamente in cambio di denaro, avrebbe potuto risolvere.

Fonte: AgrigentoNotizie

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Occultista e guaritore estorceva denaro minacciando di pubblicare video e foto hot”: 44enne in carcere

MessinaToday è in caricamento