rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca

L'Aeronautica militare festeggia 100 anni e apre le porte alla città

Il 12 maggio l'Open Day al Teleposto. Protagonisti studenti, autorità civili e militari e tanti cittadini

Lo scorso 12 maggio il Teleposto dell’Aeronautica Militare (AM) di Messina ha aperto i propri cancelli alla cittadinanza per un Open Day nell’ambito delle celebrazioni del centenario della stessa Forza Armata.

Una giornata dedicata per far conoscere un’istituzione che, con senso del dovere e professionalità nel rispetto dei valori fondanti, opera silenziosamente e quotidianamente a favore del Paese e della Collettività unitamente alle altre Forze Armate. Idealmente, sono state ripercorse le gesta eroiche delle donne e degli uomini che in questi cento anni, dal 28 marzo 1923 anno della fondazione dell’AM, hanno scritto pagine indelebili di storia aeronautica. All’evento hanno preso parte tutte le massime autorità della città di Messina, con in testa tra gli altri il Prefetto, il Comandante Interregionale Carabinieri “Culqualber”, il vice Sindaco. Presenti i Sodalizi della città con i loro labari; tantissimi gli studenti degli istituti del comprensorio ed i tanti Cittadini incuriositi.

Tutti gli ospiti sono stati accolti dal Comandante del 41° Stormo Antisom e dell’Aeroporto di Sigonella Colonnello Pilota Emanuele Di Francesco e dal Capo del Teleposto il Luogotenente Renato Cancelliere. La giornata all’Osservatorio Meteorologico di Messina, magistralmente condotta dall’avvocato Silvana Paratore, ha avuto inizio con il canto degli Italiani, l’Inno di Mameli, cantato da Paola Fazio ma realmente cadenzato da tutti i presenti.

A seguire, la Santa Messa officiata dal Vescovo Ausiliare di Messina Monsignor Cesare Di Pietro, assistito dal Cappellano Militare dell’AM di Sigonella Don Paolo Solidoro.

Prima della chiusura della celebrazione liturgica la lettura della Preghiera dell’Aviatore e subito dopo l’intervento del Colonnello Di Francesco che, dopo avere ringraziato le autorità e tutti i cittadini presenti, ha spiegato l’importanza e il senso della giornata di festa, durante la quale si ha l’opportunità di “vivere” l’AM in tutte le sue capacità operative e organizzative, al fine di essere al servizio del Paese e della Collettività sempre “Con la gente, per la gente, proiettati al futuro, attenti al presente”.

Un momento musicale del duetto fisarmonica e clarinetto, Paolo Corda e Francesco Manuli studenti del Conservatorio Corelli di Messina diretto dal Maestro professor Carmelo Crisafulli, è stato preceduto dall’intervento del Luogotenente Cancelliere che, dopo i ringraziamenti di rito, ha raccontato la ricca storia del “Osservatorio Meteorologico” ed i compiti attuali nel campo della meteorologia, poi illustrati dettagliatamente durante la visita alle strutture del Teleposto e all’esposizione di strumentazione meteorologica.

Intanto, nel piazzale della struttura dell’osservatorio, è stato possibile visitare gli ambienti e spazi espositivi allestiti a tema aeronautico. La presenza di uno stand AM ha permesso ai tantissimi studenti e visitatori accorsi di documentarsi sui concorsi in Forza Armata o semplicemente chiedere di curiosità o ricevere un piccolo gadget.

Nelle aree adiacenti, la mostra di modellini di aerei dell’Associazione IPMS, una rappresentanza del Team Nibali, l’Istituto Nautico ha fornito strumenti in mostra, l’Associazione Radioamatori Peloritani (ARP) con esposizione di apparati radio e collegamenti in frequenza, la Croce Rossa delegazione di Messina ha dato un supporto sanitario e nel frattempo ha avviato una raccolta fondi per l’acquisto di una nuova ambulanza.

Gli studenti dell’Istituto alberghiero Antonello di Messina hanno predisposto un punto di ristoro e un rinfresco per gli ospiti.

Inoltre, anche la presenza degli sponsor Caffè Miscela d’Oro, Società Findomestic e ARB Service per la cura dell’amplificazione.

Il Teleposto Meteorologico di Messina, conosciuto nella zona dello stretto con il nome di “Osservatorio”, è un’Articolazione dipendente dal Comando Aeroporto di Sigonella tra le più antiche di lunga e provata tradizione dell’Aeronautica Militare (AM) e del Servizio Meteorologico Nazionale.

Esplica un ruolo di importanza strategica per l’economia e per i servizi della navigazione aerea tutti i giorni, consistente nel monitoraggio dei parametri atmosferici ed ambientali relativi all’area di competenza, al fine di assicurare l’emissione di bollettini meteo necessari al traffico aereo civile e militare, ma anche per l’elaborazione delle previsioni meteo, secondo gli standard prescritti dell’Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM) e dall’ Organizzazione internazionale per l’Aviazione Civile - ICAO.

I dati raccolti, unitamente a tutti quelli rilevati dalle stazioni meteorologiche ubicate sul territorio nazionale, confluiscono al Centro Nazionale di Meteorologia Aerospaziale di Pratica di Mare, l’Ente del Servizio Meteorologico Nazionale dove vengono elaborati da un modello matematico di previsione su scala nazionale, ma anche inviati al Centro Europeo per uno scenario con i partner internazionali, quindi per il tramite della Protezione Civile, contribuiscono alla salvaguardia delle vite umane, dei beni, delle attività economiche e sociali causati dagli agenti atmosferici; tuttavia gli stessi dati appositamente archiviati sono messi a disposizione della Collettività che ne faccia richiesta.

In questo contesto, al fine di fronteggiare le incalzanti e numerose esigenze di servizio ed il continuo adattamento alle nuove tecnologie, il personale dell’Aeronautica Militare dell’Osservatorio, offre il proprio contributo all’intera Collettività operando all’interno dell’ampia e complessa zona di competenza, comprendente i rilievi della Sicilia nord orientale e del sud Calabria e la zona dello stretto, storicamente peculiare e di difficile interpretazione dal punto di vista del climatico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Aeronautica militare festeggia 100 anni e apre le porte alla città

MessinaToday è in caricamento