rotate-mobile
Cronaca Brolo

Operai impiegati in alta quota senza dispositivi di sicurezza, multe e denunce per i titolari

Nel mirino dei carabinieri due cantieri edili allestiti a Santa Lucia del Mela e Sant’Angelo di Brolo

Prosegue l’attività di controllo nell’ambito delle iniziative finalizzate alla prevenzione e alla repressione dei reati inerenti alla sicurezza sui luoghi di lavoro e l’emersione del lavoro nero, disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Messina. Ieri, i militari delle Compagnie di Barcellona e Patti, supportati dai colleghi del locale Nucleo Ispettorato del Lavoro hanno sottoposto a verifica due cantieri edili allestiti a Santa Lucia del Mela e Sant’Angelo di Brolo.

Nel corso dell’attività ispettiva, i militari dell’Arma hanno effettuato approfondite verifiche in tutti gli ambiti dove potevano emergere eventuali situazioni tali da mettere in pericolo la sicurezza e la salute dei lavoratori, nonché violazioni concernenti gli aspetti contrattualistici e previdenziali.

All’esito dei controlli, i Carabinieri hanno accertato diverse violazioni alla normativa di settore, in particolare nel cantiere allestito a Santa Lucia del Mela sono state constatate l’omessa dotazione dei dispositivi di protezione individuale per i lavoratori e la mancanza delle precauzioni volte a evitare il pericolo di caduta dall’alto degli operai impiegati in alta quota. A seguito delle violazioni accertate sono state erogate sanzioni e ammende per oltre 14.000 euro con la contestuale sospensione dell’attività per gravi motivi di sicurezza. Il titolare del cantiere ed il preposto sono stati invece denunciati all’Autorità Giudiziaria.

All’esito delle verifiche effettuate presso il cantiere allestito a Sant’Angelo di Brolo, i militari dell’Arma hanno accertato la non corretta predisposizione di un ponteggio per la mancanza dei dispositivi di protezione dalle cadute, motivo per il quale il titolare è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria ed a suo carico comminate sanzioni e ammende per oltre 10.000 euro. Occorre tuttavia precisare che, analogamente a quanto riscontrato nella gran parte dei cantieri controllati nei mesi scorsi, tutti lavoratori sottoposti a verifica sono risultati in regola.

La campagna dei controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale di Messina e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, nel settore edile, proseguirà nei prossimi mesi in tutta la provincia, con il principale scopo di prevenzione alle gravi violazioni, che danneggiano fortemente i diritti dei lavoratori e mettono a serio rischio la loro incolumità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operai impiegati in alta quota senza dispositivi di sicurezza, multe e denunce per i titolari

MessinaToday è in caricamento