Martedì, 19 Ottobre 2021

Operazione in alto mare, sequestrati i traghetti Caronte&Tourist: “Non sono sicuri” | VIDEO

Secondo gli investigatori, le navi presentavano problemi "tecnici e strutturali” che non consentivano la partecipazione né l’aggiudicazione della gara alla Ngi spa ora Caronte & Tourist Isole minori. Carenze che non sarebbero mai state sanate

L'operazione è stata denominata "In alto mare". Sotto sequestro immobili, quote societarie e tre navi della Caronte & Tourist isole minori spa, la società che nel 2017 ha inglobato la Navigazione generale italia spa, vincitrice di una gara d’appalto da 15,9 milioni, con il maxi ribasso del 30%, bandita dalla Regione per la gestione dei collegamenti marittimi tra la Sicilia e le isole minori. Le accuse di truffa, falsità ideologica e frode nelle pubbliche forniture ai danni della Regione, investono pesantemente il tema della sicurezza. Secondo gli investigatori, le navi presentavano “carenze tecniche e strutturali” che non consentivano la partecipazione né l’aggiudicazione della gara alla Ngi spa ora Caronte & Tourist Isole minori. Carenze che non sarebbero mai state sanate “con conseguente rischio concreto in caso di naufragi e incendi”.

Una vicenda che riporta alla mente anche la tragedia sulla Sansovino, con cinque rinvii a giudizio e il patteggiamento del comandante Salvatore Virzì, quando il 29 novembre del 2016 morirono per afissia  il primo ufficiale Cristian Micalizzi, il secondo ufficiale Gaetano D’Ambra, e il motorista Santo Parisi. Sotto accusa finirono i mezzi navali non dotati da precisi dispositivi di sicurezza previste dalle normative vigenti.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Operazione in alto mare, sequestrati i traghetti Caronte&Tourist: “Non sono sicuri” | VIDEO

MessinaToday è in caricamento