Droga, traffico tra Campania e Sicilia: cinque misure cautelari

Tra gli episodi analizzati dai militari anche un tentativo di rifornimento di droga grazie a collegamenti con organizzazioni campane gravitanti sul mercato ortofrutticolo di Pagani, bloccato col sequestro del carico al momento dello sbarco al porto di Messina

Dalle prime ore di questa la guardia di finanza di Ragusa sta eseguendo una misura cautelare emessa dal gip nei confronti di cinque indagati ritenuti responsabili di aver alimentato una rete di spaccio nell'area del Vittoriese. In corso anche 12 perquisizioni domiciliari in diverse localita' delle province di Ragusa, Napoli e Salerno nei confronti di altri indagati e di alcuni acquirenti abituali. Nel corso delle indagini, condotte dal Nucleo di polizia economico finanziaria di Ragusa e durate circa otto mesi, sono stati sequestrati in diversi interventi oltre 105 chili di marijuana e 15 di hashish.

Tra gli episodi analizzati dai militari anche un tentativo di rifornimento di droga grazie a collegamenti con organizzazioni campane gravitanti sul mercato ortofrutticolo di Pagani (Salerno), bloccato con il sequestro del carico al momento dello sbarco al porto di Messina. In totale, per l'operazione denominata “Smart Truck”,  sono state denunciate 18 persone ritenute a vario titolo coinvolte nello spaccio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Non ci sono bombole, malata di Covid rischia la vita: il medico del 118 denuncia tutto ai carabinieri

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento