Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Allerta caldo, il Comune vieta la circolazione a veicoli a trazione animale

Stop a calessi e ad ogni attività che vede coinvolti i cavalli. L'ordinanza di Palazzo Zanca per preservare la salute degli animali spesso costretti a lavorare sotto il sole cocente

Stop alla circolazione di calessi o altri veicoli a trazione animale. E' quanto stabilito dall'amministrazione comunale per preservare soprattutto la salute dei cavalli, spesso costretti a lavorare sotto il sole cocente. Palazzo Zanca tira fuori dal cassetto un'ordinanza sindacale del 2018 e la rende attiva anche quest'anno nelle giornate caratterizzate dalla presenza di ondate di calore di particolare intensità con un livello di rischio 3 del bollettino del Sistema Nazionale di Sorveglianza, previsione e di allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute della popolazione, diramato dal Dipartimento nazionale della Protezione Civile.

A ricordarlo è l’assessore con delega al Benessere degli Animali Massimiliano Minutoli, che aggiunge: “Nel periodo da agosto a settembre, le citate attività saranno consentite solo a decorrere dalle ore 18, a condizione che la temperatura ambientale sia comunque inferiore a 33 gradi centigradi, sulla base dei dati pubblicati dal Centro nazionale Meteorologia e Climatologia dell’Aeronautica Militare Italiana con riferimento alla stazione Roma Urbe e conoscibili mediante collegamento telematica al sito istituzionale www.meteoam.it”.

Nel periodo di blocco della circolazione ai cavalli impiegati nella trazione pubblica deve essere comunque garantita idonea movimentazione, al fine di tutelare il benessere fisiologico degli equidi medesimi secondo le indicazioni impartite dalla Commissione Medico Veterinaria. Gli equidi impiegati nelle manifestazioni ludiche e negli eventi sportivi-agonistici, dopo la performance, devono essere immediatamente governati e ricoverati in ambiente fresco e areato. Per le violazioni alle disposizioni previste nella presente ordinanza, salvo che il fatto costituisca reato, si applicheranno le sanzioni amministrative ai sensi dell’art. 7 bis del D.Lgs. 267/2000 e le misure repressive di cui all’art. 7 del vigente Regolamento per la disciplina degli autoservizi non di linea.

“L’ordinanza è stata disposta – spiega l’assessore Minutoli – dopo pochi mesi dal nostro insediamento in quanto questa amministrazione vigila e provvede alla tutela del benessere degli animali e il provvedimento si è reso necessario alla luce delle ondate di calore di carattere eccezionale che negli ultimi anni si sono ripetuti con maggiore frequenza e anche in considerazione del forte caldo registrato nelle ultime settimane. Nel periodo di blocco prolungato a tali attività, agli equidi dovranno essere garantiti, comunque, adeguata movimentazione ed esercizio fisico per evitare ogni eventuale rischio per la salute derivante dalla forzata inattività, tenuto conto delle esigenze etologiche specifiche e delle caratteristiche delle razze impiegate”.

Durante tale movimentazione, i vetturini e/o titolari delle licenze e i detentori degli animali, al fine di assicurare loro un adeguato esercizio, non dovranno utilizzare le ordinarie vetture da traino come le botticelle ed i carretti per il trasporto di persone.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allerta caldo, il Comune vieta la circolazione a veicoli a trazione animale

MessinaToday è in caricamento