Cronaca Tusa

Ordine degli Ingegneri, si insedia la commissione cultura: primo obiettivo è salvare l'Atelier sul Mare

Presieduta da Linda Schipani, si propone di contribuire a garantire un futuro dell’opera di Antonio Presti, innescare sinergie e azioni affinchè il tempio indiscusso dell’Arte contemporanea in Sicilia possa continuare a vivere e generare bellezza

Si insedia all'Atelier sul Mare di Castel di Tusa la neonata Commissione Cultura dell'Ordine degli Ingegneri. Presieduta da Linda Schipani, è stato scelto per il "battesimo" un luogo simbolo dell'arte contemporanea in Sicilia, vale a dire l'albergo museo chiuso questa estate per volontà dell'associazione del mecenate Antonio Presti.

Una chiusura che ha allertato il mondo della cultura, della politica, delle imprese, degli ordini professionali e ha eretto un fronte comune a protezione di un patrimonio ricevuto in Dono insieme all'immenso parco di sculture a cielo aperto.

"Un’accoglienza ricca di calore umano, energia pura e tanta bellezza, quella che Antonio Presti, generoso e coraggioso mecenate visionario ha voluto riservare agli ingegneri messinesi - si legge nel documento dell'Ordine degli ingegneri -  Non un sopralluogo tecnico bensì un viaggio all’interno di una grande installazione che dalle camere dell’Hotel- Museo conduce alle opere della Fiumara realizzate dai più grandi maestri dell’arte contemporanea internazionale. Oggi sulla porta d’ingresso si legge “Cessazione Attività”, il Museo Albergo Atelier sul Mare, aperto il 20 maggio 1990, chiude il 14 luglio 2023 per volontà dell’Associazione Antonio Presti. La chiusura ha allertato il mondo della cultura, della politica, delle imprese, degli ordini professionali e ha eretto un fronte comune a protezione di un patrimonio che, non dimentichiamo, la nostra Terra ha ricevuto in Dono. Nella porta accanto però, su un altro manifesto si legge:  ”IL FUTURO” della Fondazione Antonio Presti è il progetto “La Triennale della Creatività Contemporanea”.

Ed è questo uno dei primi obiettivi della Commissione Cultura degli Ingegneri messinesi, contribuire al futuro dell’opera di Antonio Presti, innescare sinergie e azioni perché il tempio indiscusso dell’Arte contemporanea in Sicilia possa continuare a vivere e generare bellezza.  “Un percorso di crescita e allargamento d'interessi è quello che stiamo realizzando” afferma il presidente dell’Ordine degli Ingegneri Santi Trovato “grazie all'impegno, alla creatività, alla fiducia di tanti colleghi e colleghe, daremo il nostro sostegno ad un Progetto di Cultura che vede l'Ordine impegnato "in prima linea" insieme alla Fondazione Fiumara d’Arte”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordine degli Ingegneri, si insedia la commissione cultura: primo obiettivo è salvare l'Atelier sul Mare
MessinaToday è in caricamento