rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Ospedale Piemonte senza urologi, sospesi i ricoveri notturni e richiesta d’aiuto al Papardo

Nessuna consulenza in orari non diurni, il direttore sanitario Pippo Rao ha chiesto il supporto del primario Francesco Mastroeni e dei medici dell’Unità Operativa dell’azienda ospedaliera

Due urologi su tre indisponibili al Piemonte e, così, sono stati sospesi i ricoveri notturni nel reparto dell’ospedale di viale Europa. Il provvedimento è stato firmato dal direttore sanitario Giuseppe Rao che si è trovato costretto a sospendere ricoveri e consulenze specialisti in orari non diurni al pronto soccorso. 

Il problema nasce da una pianta organica ridotta all’osso e da una pandemia che ha costretto i tre urologi presenti a turni massacranti. Adesso, senza due di loro, i nodi sono venuti al pettine.

Il dirigente ha, quindi, dovuto inviare una richiesta formale alla direzione sanitaria dell’Ospedale Papardo facendo riferimento alla convenzione vigente tra le due aziende, chiedendo la “collaborazione specialistica dei medici del reparto di Urologia ed in particolar modo del direttore dell’Unità Operativa, dott. Francesco Mastroieni”. 

Il Papardo, grazie alla disponibilità dei medici, avrebbe già dato il proprio assenso per superare il momento di emergenza ma i problemi nella struttura del centro città potrebbero essere risolti solo con il potenziamento della pianta organica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Piemonte senza urologi, sospesi i ricoveri notturni e richiesta d’aiuto al Papardo

MessinaToday è in caricamento