rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca

Sanità, la promessa di Volo: "Il centro cardiologico di Taormina non chiuderà"

Il deputato del Pd, Leanza dopo l'audizione dell'assessore regionale: “La struttura sarà potenziata. Rassicurazioni dai vertici del Bambin Gesù che confermano la volontà di rimanere operativi nella struttura ionica". L'ottimismo del sindaco Bolognari

“Il Centro cardiologico pediatrico del Mediterraneo, all’interno dell’ospedale ‘San Vincenzo’ di Taormina, non chiuderà, anzi sarà potenziato. La convenzione, rivista, rimarrà in piedi per altri cinque-sei anni”. Lo annuncia il vicepresidente della Commissione Sanità dell’Ars, Calogero Leanza, dopo le rassicurazioni importanti arrivate questa mattina dall’assessore regionale alla Salute, Giovanna Volo, ascoltata in audizione in Commissione, su richiesta dello stesso Leanza.

Alla riunione ha partecipato anche la presidente dell’ospedale pediatrico ‘Bambino Gesù’ di Roma, Mariella Enoc, insieme a una delegazione della struttura romana, il primario del Centro taorminese, Sasha Agati, il direttore generale dell’assessorato alla Salute Mario La Rocca, il capo di gabinetto Giuseppe Sgroi  e una delegazione di sindaci del messinese, con il primo cittadino di Taormina, Mario Bolognari, che insieme al deputato dem e al segretario provinciale del Pd Nino Bartolotta si sono spesi sin da subito, appresa la notizia della possibile chiusura dell’importante struttura;  il sindaco di Castelmola, Orlando Russo; di Santa Teresa di Riva, Danilo Lo Giudice; di Giardini Naxos, Giorgio Stracuzzi e la presidente del Consiglio comunale di Taormina, Lucia Gaberscek.

“Per il futuro l’assessore ci ha spiegato che è intenzione del governo regionale rendere la Sicilia autonomia – aggiunge l’onorevole Leanza – limitare così quanto più possibile i viaggi fuori, per offrire la migliore assistenza sanitaria qui e realizzare nell’Isola l’alta specializzazione pediatrica”

  “Sono molto soddisfatto per l’esito di questo confronto, nel quale abbiamo trovato ampia disponibilità da parte dell’ospedale ‘Bambino Gesù’ di rimaner operativi nel nostro comprensorio, osserva ancora il vicepresidente della Commissione Sanità dell’Assemblea regionale siciliana. Il lavoro di squadra con gli amministratori sul territorio ha funzionato ed è stato ascoltato. La convenzione tra la struttura d’eccellenza romana e il San Vincenzo di Taormina scadrà il prossimo 31 luglio, ma dopo l’audizione di oggi siamo molto più sereni e fiduciosi che  il Centro cardiologico del Mediterraneo continuerà a operare con l’eccellenza che l’ha contraddistinto in questi anni. Infine, sul futuro dell’ospedale di Taormina, raccogliamo la massima attenzione da parte dell’assessorato per intervenire nei reparti depotenziati a cominciare da quello di urologia”, conclude Calogero Leanza. 

Soddisfazione espressa anche dal sindaco di Taormina Mario Bolognari: "Abbiamo ottenuto un impegno del governo regionale e della commissione per un rinnovo della convenzione col Bambin Gesù di Roma dì quattro anni, dopo che è stata acquisita la disponibilità della sua Presidente a rivedere i termini della stessa - spiega Bolognari - Sulla necessità di un recupero di risorse finanziarie per questo rinnovo da parte dei deputati presenti c’è stata una incoraggiante convergenza. Restiamo in attesa di una risoluzione della questione, con speranza e vigilanza. Sul problema poi del potenziamento dell’ospedale nel suo complesso l’assessore ha rassicurato tutti sulla volontà del governo regionale di riportare il presidio alla normalità, con le assunzioni necessarie e con la realizzazione della nuova rete sanitaria prevista dalla recente normativa. Anche su questo versante restiamo vigili sugli impegni presi".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, la promessa di Volo: "Il centro cardiologico di Taormina non chiuderà"

MessinaToday è in caricamento