Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Lipari / Isola di Panarea

Panarea, isola del divertimento e del disordine: arresti, denunce e sanzioni per 17mila euro

Il bilancio degli ultimi giorni di controlli effettuati dai carabinieri. Diversi i reati contestati a chi soggiorna nel centro eoliano. Furti, disturbo della quiete pubblica, detenzione di armi bianche e droga

A Panarea sono tutti in vacanza, tranne i carabinieri. Sull'isola più cool delle Eolie non mancano infatti i reati commessi da chi sbarca con l'intenzione di delinquere o da chi si fa prendere troppo dall'euforia. Negli ultimi giorni i militari hanno arrestato due persone, denunciate undici e elevato sanzioni per un totale di 17mila euro. 

Lo scorso 9 agosto i carabinieri della compagnia di Milazzo hanno fermato in flagranza due ragazzi che volevano rubare un'imbarcazione. I giovani, in vacanza sull'isola, sono stati sorpresi sul molo San Pietro mentre mollavano le cime e tentavano di rubare un natante. Dopo le formalità di rito, su disposizione del magistrato di turno della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, i due arrestati sono stati rimessi in libertà in attesa del processo a loro carico.

Sempre a Panarea i carabinieri hanno deferito all'autorità giudiziaria quattro giovani, ritenuti responsabili del reato di molestie e disturbo al riposo delle persone poiché diffondevano musica ad alto volume in orario notturno, arrecando disturbo alla quiete pubblica. Fermata anche una donna ritenuta responsabile del furto di un paio di occhiali all’interno di
un’attività commerciale dell’isola.

I militari hanno poi deferito un ragazzo per il reato di porto di armi bianche. Dopo la perquisizione è stato trovato in possesso di un coltello lungo trenta centimetri, occultato nel proprio borsello. Fermato, inoltre, un uomo ritenuto responsabile del reato di lesioni aggravate. 

I carabinieri hanno eseguito anche di servizi finalizzati alla verifica del rispetto delle norme in materia di occupazione del suolo pubblico, denunciando alla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto quattro soggetti, titolari di un’attività di noleggio imbarcazioni perché, senza alcuna autorizzazione, occupavano il suolo pubblico utilizzando banchi, ombrelloni, pannelli pubblicitari e sedie che sono stati sottoposti a sequestro amministrativo.

Segnalati alla Prefettura quindici assuntori di sostanze stupefacenti con il sequestro di alcune dosi, per uso personale, di cocaina, hashish e marijuana. Segnalazione anche per due giovani che, in due distinte occasioni, sono stati colti, in orario notturno, in evidente stato di ubriachezza molesta. Sono state anche contestate numerose violazioni amministrative per un totale di 5500 euro per
infrazioni al Codice della strada ed alle ordinanze sindacali.

Infine, con l’ausilio di personale tecnico dell’Asp di Messina, i carabinieri hanno controllato quattro attività di ristorazione dell’isola accertando alcune violazioni per cui sono state comminate
sanzioni amministrative per complessivi 12mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panarea, isola del divertimento e del disordine: arresti, denunce e sanzioni per 17mila euro

MessinaToday è in caricamento