rotate-mobile
Cronaca

I parcheggi d'interscambio gratis, protesta chi ha pagato l'abbonamento: "Mi sento truffato"

I disagi di un pendolare che ogni giorno utilizza le aree di sosta: "Posti occupati da chi non ha pagato il servizio, risulta anche difficili avere informazioni da Atm". Intanto il Comune inaugura l'impianto di via Catania

Parcheggi e polemiche. Questa volta è Fabio Bonasera, docente e pendolare,  a puntare il dito contro la scelta dell'amministrazione comunale di estendere il periodo di gratuità dei parcheggi d'interscambio. "Da utente - racconta - mi sento truffato perché ho pagato un abbonamento che ad altri viene concesso gratis. Spesso ho difficoltà a lasciare l'auto nei vari impianti cittadini, nel frattempo gli stalli vengono occupati anche da chi non ha pagato il servizio. Un controsenso. Vorrei capire il senso di questa scelta, si parla di progresso della mobilità ma in cosa consiste?".

Palazzo Zanca ultimamente ha infatti deciso di prorogare al 30 giugno la sosta gratuita all'interno degli impianti "Bordonaro”, “Europa Est”, “Europa centro” e “San Cosimo”. Non si pagherà, invece, fino ad agosto all'ex Gasometro.

Il docente lamenta inoltre la difficoltà a ricevere informazioni sul servizio. "Ho chiamato più volte in Atm - spiega - per avere informazioni sui parcheggi gratuiti, ma non ho ricevuto indicazioni chiare e puntuali. Inoltre attendo da mesi un riscontro alla mail che ho inviato circa la possibilità di cambiare l'auto su cui è intestato l'abbonamento. Il numero verde invece è sempre occupato".

Intanto, il Comune ha aperto il parcheggio d'interscambio di via Catania.  I posti complessivi sono 92, di cui 4 per utenti diversamente abili e 12 postazioni di ricarica per le macchine elettriche. Il parcheggio sarà videosorvegliato 24 ore su 24.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I parcheggi d'interscambio gratis, protesta chi ha pagato l'abbonamento: "Mi sento truffato"

MessinaToday è in caricamento