Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Parcheggi e polemiche, il terzo Quartiere replica al Comune: "Varco delle ambulanze non inserito nel progetto originario"

La bagarre sulle ricadute in termini di viabilità dell'area di interscambio in costruzione davanti al Piemonte. L'assessore Mondello conferma una corsia preferenziale per i mezzi di soccorso, ma per la Circoscrizione non basta

Il futuro parcheggio "Europa Ovest" avrà un varco per le ambulanze dirette e provenienti dal vicino ospedale Piemonte. Lo ha assicurato il vicesindaco e assessore alla Viabilità, Salvatore Mondello, placando le polemiche nate sugli effetti per il traffico cittadino della nuova area di sosta, la terza lungo l'importante arteria. Sindacati, cittadini e terza circoscrizione in particolare, una volta realizzato il parcheggio, avevano temuto l'effetto barriere soprattutto per i veicoli diretti all'ospedale Piemonte, ambulanze in primis. Il timore era relativo all'obbligo di dover proseguire verso monte e poi immettersi nella corsia opposta per raggiungere il pronto soccorso. Una manovra che avrebbe allungato nettamente i tempi, specialmente nei giorni di caos.

Ma la soluzione il Comune l'aveva prevista ed è appunto quella del varco che verrà garantito. Sulla vicenda torna però il presidente della terza Circoscrizione Alessandro Cacciotto a 24 ore dalla seduta esterna della commissione Viabilità che si è svolta proprio davanti il Piemonte. "Al Consiglio della Terza Municipalità - spiega Cacciotto -  è pervenuto un progetto, a questo punto originario, dove non era previsto il varco.
Probabilmente l'amministrazione comunale, anche sulla scorta dei suggerimenti della Terza Municipalità, ha cambiato rotta ma si ribadisce che il progetto definitivo non è mai pervenuto alla Circoscrizione, ricalcando un modus operandi tipico della Giunta, cioè quello di non concertare con l'istituzione decentrata".

Poi la richiesta di realizzazione di un altro varco. " L'idea di garantire il passaggio solo alle ambulanze che devono dirigersi all' Ospedale Piemonte è già un risultato ma non può definirsi una soluzione esaustiva. L'accesso al varco e dunque l'apertura dello stesso va garantito a tutti per svariati motivi: anche alle autovetture private che devono giungere al pronto soccorso non può essere precluso di accedere e questo non è stato ancora esplicitato. Si va a decongestionare un flusso di traffico sul viale Europa che altrimenti rischia la paralisi. Altro aspetto: con la creazione del parcheggio di interscambio sul Viale Europa ( ma questo vale anche per altri parcheggi di interscambio) tutti quei cittadini che abitano dietro l'ospedale Piemonte e che fino ad oggi hanno parcheggiato gratuitamente sul Viale Europa, non avendo dei propri parcheggi, dovranno adesso pagare. Non può essere una soluzione una possibile gratuita per il periodo notturno.  Siamo sempre pronti al confronto che presuppone però la presenza di un interlocutore, l' Amministrazione Comunale, assai spesso trincerata nelle proprie stanze e poco incline al dialogo fattivo e non solo di facciata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggi e polemiche, il terzo Quartiere replica al Comune: "Varco delle ambulanze non inserito nel progetto originario"
MessinaToday è in caricamento