menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il lungomare di Santa Margherita

Il lungomare di Santa Margherita

Pasqua blindata, tensione a Santa Margherita con ciclisti e runner: scatta la denuncia per oltraggio

La passione per la bici e la corsa la passione ha tradito alcune persone fermate e identificate sul lungomare “senza valido motivo”. Le sanzioni per il mancato rispetto delle misure anticovid imposte dall’ordinanza del sindaco che ha “chiuso” anche Torre Faro e Colli Sanrizzo

Momenti di tensione a Santa Margherita dove nelle prime ore della mattinata sono scattati i controlli della polizia municipale per garantire il rispetto delle misure anticovid imposte dall’ordinanza del sindaco per le festività pasquali. Le disposizioni di chiusura in vigore da ieri e fino al 5 aprile riguardano in particolare le zone di Torre Faro, lungomare di Santa Margherita e Colli Sanrizzo, oltre la permanenza e lo stazionamento in tutte le vie e piazze della città.

Ma la passione per la bici ha tradito alcuni ciclisti fermati e identificati sul lungomare di Santa Margherita perché in giro “senza un valido motivo”.

Astinenza da sport anche per i runner, che per far jogging si sono beccati diverse sanzioni.

Fra questi, proprio a Santa Margherita, c’è stato chi ha reagito ai vigili urbani contestando le sanzioni. L’esasperazione e qualche parola di troppo ha fatto scattare anche la denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale.

Intanto proseguono serrati i controlli della municipale anche con i droni. I controlli continueranno nella mattinata e nel pomeriggio anche nella zona Nord.

I trasgressori saranno puniti con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000 e non si applicano le sanzioni contravvenzionali previste dall'articolo 650 del codice penale o da ogni altra disposizione di legge attributiva di poteri per ragioni di sanita', di cui all'articolo 3, comma 3. Se il mancato rispetto delle predette misure avviene mediante l'utilizzo di un veicolo le sanzioni sono aumentate fino a un terzo.

Le limitazioni previste

1) Dalle ore 00,00 alle ore 23,59 dei giorni di sabato 3 aprile 2021, domenica di Pasqua 4 aprile 2021 e lunedì dell’Angelo del 5 aprile 2021 la chiusura al pubblico delle seguenti aree: - della via Lanterna in corrispondenza dell’incrocio con la via Senatore Arena, dell’incrocio con la via Biasini e dell’incrocio con la via Fortino, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi legittimamente aperti ed alle abitazioni private; - della S.S. 114 in corrispondenza con la litoranea Villaggio Santa Margherita; - delle vie di accesso alle aree attrezzate presenti sui colli San Rizzo; fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.

2) Dalle ore 00,00 alle ore 23,59 dei giorni di sabato 3 aprile 2021, domenica di Pasqua 4 aprile 2021 e lunedì dell’Angelo del 5 aprile 2021 il divieto di permanenza e stazionamento, in tutte le vie, i viali, le piazze, gli slarghi comunque denominati, pubblici o aperti al pubblico, del territorio comunale, fatti salvi i tempi di sosta per l’acquisto di prodotti e la fornitura di servizi, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.

3) Dalle ore 00,00 alle ore 23,59 dei giorni di sabato 3 aprile 2021, domenica di Pasqua 4 aprile 2021 e lunedì dell’Angelo del 5 aprile 2021 il divieto di permanenza e stazionamento, in spiagge, arenili, lungomare zona nord e lungo mare zona sud, pista ciclabile della zona nord, pinete e aree verdi attrezzate intesi come luoghi di aggregazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento