Cronaca

Pesca, la Regione dispone il fermo obbligatorio per tutto il mese di ottobre

Lo stop riguarda le unità che utilizzano reti a strascico, ad esclusione delle unità abilitate alla pesca oceanica che operano oltre gli stretti

stato pubblicato sul sito della Regione l’avviso dell'interruzione temporanea obbligatoria delle attività di pesca, quest'anno dall'1 al 30 ottobre 2023 per garantire l'equilibrio delle risorse biologiche.

Il fermo riguarda le unità che utilizzano reti a strascico a divergenti, sfogliare rapidi e reti gemelle a divergenti iscritte nei compartimenti marittimi della Regione Siciliana, ad esclusione delle unità abilitate alla pesca oceanica che operano oltre gli stretti. 

Diversamente, le navi da pesca iscritte nei compartimenti marittimi della Regione Siciliana, che effettuano la pesca dei crostacei di profondità - in particolare del gambero rosa, rosso e viola del Mediterraneo, dello scampo e del gobetto - possono effettuare l’interruzione delle attività di pesca dal giorno successivo alla pubblicazione del decreto, anche presso compartimenti marittimi diversi da quelli di propria iscrizione. Le attività, per questo tipo di imbarcazioni, devono essere comunque sospese in una data antecedente all'1 dicembre 2023 e deve essere comunicata all’autorità marittima almeno due giorni prima dell’inizio.  

Durante il periodo di pesca dei crostacei di profondità sono ammesse catture accessorie di specie diverse a una distanza minima dalla costa non inferiore alle 12 miglia. Il decreto è disponibile sul sito della Regione Siciliana a questo link.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca, la Regione dispone il fermo obbligatorio per tutto il mese di ottobre
MessinaToday è in caricamento