rotate-mobile
Cronaca

Droga, furti di rame e minori in fuga: 2021 movimentato nelle stazioni messinesi

Il bilancio della sezione peloritana della Polfer dopo un anno di attività. Oltre 49mila le persone controllate, 12 gli arresti

È stato un 2021 intenso e movimentato nelle stazioni ferroviarie messinesi. Lo dicono i numeri resi noti dalla sezione peloritana della Polfer nel consueto report annuale che tira una stima di tutti gli interventi svolti a tutela di viaggiatori e lavoratori.

Sono stati 331 convogli ferroviari controllati, mentre i servizi di pattuglia in stazione sono stati 1.985 in uniforme e 283 antiborseggio in abiti civili.

Le persone controllate sono state 49.378 (di cui 1.493 identificate a bordo dei treni in ambito regionale e 2.592 a bordo dei treni in ambito interregionale).

Le attività di prevenzione sono state incentivate con un aumento delle giornate straordinarie di controllo del territorio “Alto Impatto”, “Stazioni Sicure”, Rail Safe Day”, “Oro Rosso”, “Controllo Merci Pericolose”.

L’attività di contrasto ai furti di rame, che spesso causano ritardi alla circolazione dei treni con conseguente disagio per i viaggiatori, ha permesso di recuperare oltre 3 tonnellate del cosiddetto “ORO ROSSO” di provenienza illecita.

I servizi di pattugliamento delle linee ferroviarie sono stati 388 ed hanno portato al controllo di 1.256 veicoli. 12 le persone arrestate e 55 quelle indagate, 141 le sanzioni elevate, 47 i minori scomparti rintracciati.

Nel 2021 gli agenti della sezione di polizia ferroviaria di Messina hanno rintracciato 47 minori non accompagnati e li hanno riaffidati alle famiglie o in comunità.

Sono stati, inoltre, identificati e controllati 4.997 cittadini stranieri, di cui 4 in posizione irregolare con conseguente emissione di decreti di espulsione da parte delle autorità competenti.

Sono state predisposte mirate attività volte al contrasto dello spaccio e della detenzione di sostanze stupefacenti che hanno portato al sequestro di 7,5 grammi di sostanza stupefacente; sono state infine sequestrate diverse armi da taglio ed un’arma da fuoco.

La sezione Polfer di Messina, diretta dal commissario Francesco Benedetto, ha avanzato diverse proposte volte all’applicazione delle misure di prevenzione, tra le quali provvedimenti di allontanamento “daspo urbano”, l’adozione di tre fogli di via obbligatori, di un allontanamento, la richiesta dell’emissione di 4 avvisi orali e di una sorveglianza speciale.

Per prevenire comportamenti scorretti tra gli adolescenti che potrebbero avere conseguenze tragiche, la Sezione Polfer di Messina è impegnata inoltre da tempo nelle scuole con il progetto “Train …to be cool” per promuovere in particolare la cultura della sicurezza individuale in ambito ferroviario, ed ha preso parte all’iniziativa #lapoliziavaascuola ideata dalla Questura di Messina ed indirizzata alle scuole di ogni ordine e grado di tutta la provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, furti di rame e minori in fuga: 2021 movimentato nelle stazioni messinesi

MessinaToday è in caricamento