Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Policlinico, si dimette il prorettore Tuccari: una squadra di lavoro pronta a sostituirlo

Il rettore Cuzzocrea scrive alla comunità accademica dell'area medica dopo la lettera del professore che la lasciato l'incarico per “la mancanza di dialogo” e lo “smantellamento di scelte precedenti”. Ma non si ferma il continuo sviluppo dell'ospedale...

Giovanni Tuccari e il rettore Salvatore Cuzzocrea

Ha consegnato personalmente la lettera al rettore. Era presente anche il prorettore vicario.  “L’ha letta davanti a me e mi ha detto che la condivide in gran parte”. E poi? “E poi niente, tanti saluti, io me ne sono andato e lui ha continuato a lavorare”. Non sembra essere sanabile la rottura che si è creata fra il prorettore con delega al Policlinico Giovanni Tuccari e il Magnifico Salvatore Cuzzocrea che ieri ha preso atto delle dimissioni del professore in uno dei momenti più delicati per il Policlinico universitario legato all’emergenza Covid.

Tuccari nella sua lettera indirizzata anche ai colleghi prorettori, ripercorre parte del suo percorso all’Università in cui – scrive – “ho sempre privilegiato un approccio plurale, collettivo, da squadra”.

La lettera del rettore alla comunità accademica dell'area medica

Ma è proprio “la squadra” che secondo Tuccari sembra essere venuta meno. “Con grande rammarico – spiega Tuccari nella sua lettera - ho assistito ad una progressiva perdita di occasioni di confronto e dialogo, già nella stessa squadra di governo, con riferimento a scelte strategiche per l’Ateneo ed il Policlinico. Per quest’ultimo, in particolare, si sono praticamente azzerate le scelte precedentemente compiute per le dotazioni tecnologiche e la preventivata ristrutturazione dei padiglioni, con progressivo annullamento degli incontri corali con i direttori dei Dai, privilegiando invece riunioni estemporanee – su temi di stretta pertinenza sanitaria – con altre, seppur prestigiose, figure istituzionali, rigorosamente in assenza del sottoscritto. Per non dire poi delle pesanti incursioni rettorali negli ambiti decisionali della Direzione Sanitaria, ritenuta colpevole di aver predisposto un servizio assistenziale, dopo averne condiviso modalità e tipologia organizzativa con il nucleo dei professionisti direttamente impegnati nella gestione dell’emergenza Covid19. Ed in questi delicati frangenti operativi – continua la lettera al rettore -  la comunicazione istituzionale è stata affidata solo a stizzite e-mail o paucisillabici messaggi su WhatsApp, modalità di certo non consone e non produttive all’instaurarsi di un confronto franco e costruttivo”.

Ma quello dello smantellamento di scelte precedenti al nuovo rettorato, sembra essere la vera nota polemica. “Nessuna polemica – spiega a  MessinaToday  il professore Tuccari, la cui delega al Policlinico nasce già col rettore Pietro Navarra – ho solo raccontato fatti che sono sotto gli occhi di tutti.  Mi sono limitato a scrivere quello che penso. Chiariamo anche che la mia non è una lettera che volevo rendere pubblica, nè una lettera alla comunità accademica per invitarla a creare un fronte alternativo, ma dovevo rispondere ai colleghi dei tre dipartimenti medici che si rivolgono a me per le difficoltà quotidiane. E solo quelle ho inteso segnalare. Tra l’altro ho inoltrato le dimissioni solo alla cerchia ristrettissima della mia delega”.

Di certo la lettera ha raggiunto ieri gran parte della comunità accademica. 

Ma ci sono i presupposti per ritornare sui propri passi? “Io ho fatto una scelta, l’ho motivata, se non intervengono altri fattori quella rimane. Ho presentato le mie dimissioni al rettore che a sua discrezionalità può fare ciò che desidera. Ma non mi ha detto 'le respingo' e trattandosi di un rapporto fiduciario ritengo dunque che il mio mandato sia ormai concluso”.

Il rettore non ritiene di dover fare alcuna dichiarazione su queste dimissioni che reputa un fatto interno, soprattutto in un momento di grande emergenza che il Policlinico sta vivendo anche nella fase2. Nel frattempo ha scritto alla comunità accademica dell'area medica, illustrando le iniziative fin qui intraprese e precisando che nei prossimi giorni sarà costituito un gruppo di lavoro che potrà supportarlo per il continuo sviluppo del Policlinico.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Policlinico, si dimette il prorettore Tuccari: una squadra di lavoro pronta a sostituirlo

MessinaToday è in caricamento