Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Polizia municipale, il numero whatsapp è già bollente: boom di segnalazioni dei messinesi

Stamane in un'ora la sala operativa ha gestito 30 messaggi. Ieri arrivate 64 segnalazioni e gestiti 38 interventi. Dopo le polemiche la città sembra gradire il servizio. Ma la carenza d'organico rischia di vanificare gli sforzi

Al netto delle polemiche, il servizio di segnalazione whatsapp istituito dalla polizia municipale è partito con il piede giusto. Questa mattina il numero dedicato ha ricevuto già quasi 30 messaggi e la sala operativa si è subito messa in moto per soddisfare le richieste.

Ieri, durante le prime otto ore di lavoro, in Centrale sono giunte 64 segnalazioni ritenute valide che hanno permesso l'esecuzione di 38 interventi. Il contenuto dei messaggi inviati dai cittadini ha riguardato i ben noti problemi di viabilità: dalle auto in doppia fila a quelle parcheggiate sul marciapiede o in prossimità dei passaggi pedonali. 

Senso civico o senso cinico? Divide la segnalazione whatsapp annunciata da De Luca

Le altre segnalazioni hanno invece portato alla luce problematiche di altra natura come la presenza di discariche ai bordi delle strade e sono state girate agli uffici competenti. 

Numeri positivi per un servizio ancora in fase di rodaggio che verrà comunque monitorato attentamente con report giornalieri e settimanali ricevuti direttamente dall'assessore alla Polizia Municipale Dafne Musolino.

Ai messinesi sembra dunque piacere la possibilità di rendersi utili per tutelare il decoro urbano, ma le gravi carenze d'organico dei vigili urbani rischiano di vanificare gli sforzi. 

"Al momento - spiega il segretario Silpol Giuseppe Gemellaro - opera un agente dedicato interamente al servizio. Soddisfare tutte le richieste sarà impossibile, in turno ogni giorno ci sono solo otto pattuglie divise tra mattina e pomeriggio. Va infatti tenuto conto della dislocazione territoriale, se una chiamata arriva dall'estrema periferia significa impiegare una pattuglia anche per alcune ore. Ben venga questa iniziativa, ma se non si risolvono le problematiche che tutti conoscono servirà a poco".

Intanto, Palazzo Zanca ha comunicato che "il comando di polizia municipale declina ogni responsabilità sull’utilizzo dei dati operato dal gestore. Le segnalazioni provenienti da questo social saranno utilizzate a termine di legge”. Spetterà dunque al cittadino evitare comportamenti che possano ledere la privacy o il diritto alla riservatezza. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia municipale, il numero whatsapp è già bollente: boom di segnalazioni dei messinesi

MessinaToday è in caricamento