rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca

I controlli della polizia stradale, anche autobus fermati: viaggio vietato in attesa di ripristinare le condizioni di sicurezza

Venti pattuglie impegnate nel controllo dei mezzi pesanti nell'ultima settimana. L’operazione “Truck & Bus” ha permesso di rilevare un significativo aumento del tasso di violazioni commesse

Per tutta la settimana le pattuglie della Polizia Stradale sono state impegnate nelle attività di verifica dei mezzi pesanti adibiti al trasporto di merci, degli autobus e dei veicoli destinati al trasporto di merci pericolose, sia d’immatricolazione nazionale che estera.

L’operazione ha permesso di rilevare un significativo aumento del tasso di violazioni commesse dai conducenti dei mezzi pesanti ed anche un forte incremento delle violazioni commesse dagli esercenti il trasporto viaggiatori (autobus).

Hanno preso parte all’ultima operazione un totale di 20 pattuglie con un numero di veicoli controllati pari a 185.

Nel dettaglio sono stati controllati 113 mezzi pesanti e 71 autobus ed accertate 120 violazioni alle norme del Codice della Strada ed alle Leggi specifiche di settore.

In 3 occasioni è stato vietato il proseguimento del viaggio in attesa di ripristinare le condizioni di sicurezza del mezzo; detta misura amministrativa è stata imposta anche ad alcuni autobus.

Per i mezzi pesanti la maggior parte degli illeciti hanno riguardato il mancato rispetto dei tempi di guida, il superamento dei limiti di velocità, oltre ad altre violazioni specifiche di settore.

Per gli autobus, invece, le infrazioni hanno riguardato il mancato rispetto della velocità, il superamento dei tempi di guida, i documenti del veicolo e del conducente, il mancato uso delle cinture di sicurezza e le violazioni relative alle dotazioni di sicurezza previste per questo tipo di veicoli (estintori, martelletti, uscite di sicurezza, cassette di pronto soccorso, ecc.).

I controlli hanno permesso, altresì, di accertare alcune violazioni commesse da conducenti di aziende di trasporto europee ed anche extra UE; in particolare sono state comminate sanzioni pecuniarie ad alcuni conducenti che, in palese violazione della normativa sul cabotaggio, esercitavano la professione di trasportatore di persone nel territorio nazionale oltre i limiti consentiti creando con ciò una concorrenza sleale nei confronti della aziende nazionali.

Questi dati – dichiara il dirigente della Polizia Stradale di Messina Antonio Capodicasa – “evidenziano un rischio significativo e sottolineano la continua necessità di un attento e costante monitoraggio. Sono stati sette giorni di particolare attenzione alla sicurezza dei trasporti rivolti alla verifica dei mezzi pesanti e degli autobus, con l’obiettivo di elevare gli standard di sicurezza stradale, armonizzare l’attività di prevenzione e rendere uniformi le regole in ambito europeo. L’attività continuerà anche nelle prossime settimane, specie in vista della stagione estiva, che vedrà un’intensificazione dei trasporti di persone e di merci”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I controlli della polizia stradale, anche autobus fermati: viaggio vietato in attesa di ripristinare le condizioni di sicurezza

MessinaToday è in caricamento