Cronaca Barcellona Pozzo di Gotto

Poliziotto aggredito al carcere di Barcellona, l'allarme di PolGiust: “Musumeci e Razza spieghino cosa hanno fatto”

Il segretario Francesco Davide Scaduto: “Situazione insostenibile. Vogliamo sapere come la Regione vuole affrontare la questione dei detenuti psichiatrici di tutti gli istituti della Regione in particolare quello barcellonese che soffre anche di inadeguatezza strutturale”

Ennesima aggressione presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto. Un ispettore è stato aggredito all’interno della sezione psichiatrica da un detenuto.

A renderlo noto è il segretario nazionale “PolGiust” Francesco Davide Scaduto che dichiara che non è più possibile lavorare con sufficiente serenità presso l’istituto barcellonese.

La segreteria generale ha richiesto un incremento di organico presso l’istituto del Longano, per cercare di garantire discreti standard di sicurezza penitenziaria, soprattutto per il personale che opera a stretto contatto con molti detenuti psichiatrici e auspica che il capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria raccolga le richieste di aiuto dei poliziotti penitenziari di Barcellona “perché diversamente non potrà che peggiorare, anche se oramai sembra essersi toccato il fondo”.

“Prima dell'estate - spiega a MessinaToday il segretario Francesco Davide Scaduto - siamo stati convocati anche dal governatore Nello Musumeci e l’assessore Razza a cui abbiamo illustrato tutte le problematiche. Ci aspettiamo una nuova convocazione per comprendere quali attività sono stati poste in essere per risolvere una problematica della gestione dei detenuti psichiatrici di tutti gli istituti della Regione in particolare quello barcellonese che soffre anche di inadeguatezza strutturale”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poliziotto aggredito al carcere di Barcellona, l'allarme di PolGiust: “Musumeci e Razza spieghino cosa hanno fatto”

MessinaToday è in caricamento