Cronaca Statale 114 / Larderia

Larderia rischia l'isolamento dopo le limitazioni al viadotto, richiesto un tavolo tecnico

Il ponte è interdetto ai mezzi pesanti dopo la voragine scoperta lo scorso 5 febbraio. Disagi per i residenti e le aziende dell'area industriale. La denuncia del Movimento 5 Stelle

Larderia continua a fare i conti con i problemi legati alla circolazione ridotta sul ponte della provinciale 39. Il viadotto dallo scorso 5 febbraio è interdetto ai mezzi pesanti e transitabile con senso unico alternato dopo la voragine che si è aperta in mezzo alla carreggiata. 

Sulla vicenda, dopo gli esponenti della prima circoscrizione, torna anche il Movimento 5 Stelle. Il consigliere comunale Paolo Mangano ha infatti chiesto con urgenza un tavolo tecnico per trovare al più presto una soluzione. "Il viadotto in questione - precisa Mangano -  rappresenta l’unica via di accesso per i villaggi di Larderia Inferiore, Larderia Superiore e Tipoldo. Quotidianamente, nel suddetto viadotto transitano numerose automobili e mezzi pesanti, quali tir di portata tra le 20 e le 40 tonnellate. Queste limitazioni viarie generano notevoli problemi non solo alle famiglie, ma anche alle numerose attività commerciali, industriali e logistiche presenti sul territorio. Proprio per questo è prioritario individuare una via d’accesso secondaria e provvisoria ed intervenire con massima urgenza. Inoltre, ero già intervenuto in passato interpellando persino il Prefetto, segnalando problemi di pubblica illuminazione in alcuni tratti e la presenza di alberature che invadevano la sede stradale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Larderia rischia l'isolamento dopo le limitazioni al viadotto, richiesto un tavolo tecnico

MessinaToday è in caricamento