rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca

Ponte, ritarda l'iter per completare il progetto mentre gli ingegneri messinesi si dividono

Ciucci rinvia a fine anno l'ok al progetto esecutivo mentre 17 professionisti replicano alla nota del presidente dell'Ordine Santi Trovato

Il ponte divide anche gli ingegneri messinesi. Mentre l'amministratore delegato Pietro Ciucci rinvia a fine anno l'iter per l'approvazione del progetto esecutivo, l'annoso tema crea fazioni quasi opposte tra i professionisti messinesi. In una nota diciassette ingegneri prendono le distanze dalla recenti dichiarazioni di Santi Trovato. Lo scorso 3 maggio, infatti, il presidente dell'Ordine aveva manifestato perplessità sulla mancanza di documentazione tecnica e di un aggiornamento delle carte riguardo soprattutto alle prove antisismiche. Trovato, pur confermando il pieno appoggio alla grande opera, aveva però sottolineato l'esigenza di  "un concreto impegno e una accelerazione delle attività di rilievo e raccolta dati da parte del Contraente Generale".

Ma non tutti all'interno dell'Ordine sono d'accordo. Da qui la lettera, pubblicata integralmente di seguito, di altri ingegneri.

La Nota diffusa il 3 Maggio dall’Ordine degli Ingegneri di Messina e, ancor più, la successiva precisazione destano perplessità e preoccupazioni. Non perché la sua pubblicazione esuli dalle prerogative dell’Ente, tra le quali vi è certamente la tutela della salvaguardia della collettività messinese, bensì in quanto tale iniziativa appare quantomeno improvvida – e, ci sia consentito, supponente e contraddittoria - dal momento che l’iter di approvazione è ancora in corso e richiede ulteriori aggiornamenti in conseguenza delle osservazioni pervenute, come previsto dalle norme vigenti.

È arduo, se non impossibile, conciliare le pesanti critiche sulla incompletezza delle “indagini di sismica a riflessione” e tanto altro con la certezza “che Società Stretto e Consorzio Eurolink assicureranno un approfondimento tecnico-scientifico non solo innovativo, ma parimenti rigoroso”. Analogamente, appare ingenerosa - se non pleonastica e pretestuosa - l’elencazione di una lunga serie dicritiche che riguardano l’operato di colleghi la cui autorevolezza è fuori discussione. Una puntigliosa lista che non aggiunge nulla di sostanziale alla relazione del Comitato Scientifico, ampiamente nota. Nel non facile sforzo di individuare nei comunicati dell’Ordine messinese elementi costruttivi, ci auguriamo che essi rappresentino l’inizio di una serie di iniziative – seminari, incontri, approfondimenti tecnici – che si propongono di rendere l’Ente parte diligente – e non mero soggetto passivo – per avviare (finalmente!) un doveroso confronto tra l’Area dello Stretto, la società concessionaria e il Contraente generale. Una collaborazione mirata a superare inevitabili contrasti e finalizzata alla realizzazione di un’opera che lo stesso Ordine definisce strategica ai fini della crescita economica, sociale e culturale dell’intero Meridione.

I firmatari: Saverio Arcuraci, Salvatore Bartolotta, Edoardo Caminiti, Giovanni Caminiti, Antonio Maria Codraro, Edoardo Contrafatto, Roberto D'Andrea, Claudio De Simone, Gianfranco Furnari, Giacomo Guglielmo
Giovanni Mollica, Giuseppe Palamara, Davide Passaniti, Emilio Passaniti, Antonino Recupero, Salvatore Ruello, Salvatore Sciacca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte, ritarda l'iter per completare il progetto mentre gli ingegneri messinesi si dividono

MessinaToday è in caricamento