Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca

Ponte, Schifani nega rallentamento dell'iter e annuncia l'aumento del contributo finanziario

Il governatore impegnato a "ritoccare al rialzo quella disponibilità di un miliardo e 200 milioni”. E su Salvini: "La Sicilia non ha mai avuto un ministro come lui"

Schifani non lascia anzi raddoppia sul ponte sullo Stretto. Il governatore della Regione nega il rallentamento dell'iter che dovrebbe portare alla posa della prima pietra già la prossima estate e poi annuncia un nuovo sforzo economico per finanziare l'opera dopo l'investimento di oltre un miliardo. Queste le sue parole pronunciate a Belpasso a margine dell'incontro per la firma del protocollo d'intesa tra la Regione e Webuild, l'impresa chiamata a costruire il ponte e che già sta lavorando al raddoppio della nuova linea ad alta capacità Messina-Catania-Palermo. "Per il Ponte Sullo Stretto - ha detto Schifani ad AdnKronos - non c'è nessun rallentamento. L'obiettivo principale, anche della Regione Siciliana, è mantenere gli impegni assunti nei confronti del ministro Salvini contribuendo con uno stanziamento in quota Fsc (Fondi Sviluppo e Coesione). Sto lavorando con i miei per ritoccare al rialzo quella disponibilità di un miliardo e 200 milioni”.

Poi un vero e proprio attestato di stima nei confronti del ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Matteo Salvini. "C'è stato chiesto quest'ulteriore sforzo - aggiunge - e non ci sottrarremo anche per onorare l'impegno di questo ministro: ho detto sempre che la Sicilia non ha mai avuto un ministro come Salvini, e lo faccio anche per i siciliani perché so bene come la realizzazione del Ponte cambierà la qualità della vita dei siciliani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte, Schifani nega rallentamento dell'iter e annuncia l'aumento del contributo finanziario
MessinaToday è in caricamento