rotate-mobile
Martedì, 5 Luglio 2022
Cronaca

Ponte, c'è il calendario di Rfi per l'ennesimo studio di fattibilità. Siracusano: "Una trovata per perdere tempo?"

La deputata di Forza Italia chiede trasparenza al governo: "Vorremmo capire se questo sarà un documento propedeutico alla realizzazione del Ponte, serve una operazione trasparenza". E Germanà: "Sarebbe invece più serio che Giovannini non parlasse di ponte e dicesse quindi la verità: il ponte non si farà mai".

"Il governo vuole realizzare il Ponte sullo Stretto? Allora non perda tempo". Reagisce con queste parole la deputata messinese di Forza Italia Matilde Siracusano dopo l'annuncio del ministro alle Infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini.

Ma cosa ha detto il ministro che già in passato ha mostrato più di una possibilità sulla realizzazione dell'opera di cui si discute da un secolo? Che Rfi ha comunicato il calendario di avvio dei lavori per lo studio di fattibilità sul ponte sullo Stretto di Messina. "Daremo notizia a brevissimo sui tempi dell'operazione". Una comunicazione lampo che è bastata a riaccendere interrogativi e speranze di chi vede nell'infrastruttura la risposta a tutti i mali del Mezzogiorno d'Italia.

Giovannini ha aggiunto anche che si tratta di  "un'operazione complessa, nel frattempo abbiamo avviato in modo tangibile quegli interventi per l'attraversamento dinamico, con l'inaugurazione della nuova nave ibrida di Rfi e altri investimenti che consentiranno da questa estate di ridurre di un'ora l'attraversamento ferroviario dello stretto".

Sulla questione è intervenuta la Siracusano: “Sarebbe indispensabile un’operazione chiarezza. Ci sono interi territori che aspettano da decenni un collegamento stabile e veloce tra Sicilia e Calabria: queste comunità meritano una risposta. Nel settembre del 2021 il ministro delle Infrastrutture, Enrico Giovannini, aveva assicurato che entro la primavera del 2022 avremmo avuto il nuovo studio di fattibilità di questa grande opera.  Un approfondimento voluto dall’esecutivo nonostante un dossier commissionato dal precedente ministro dei lavori pubblici, Paola De Micheli, per la cui elaborazione ci vollero moltissimi mesi, avesse già chiarito la necessità di costruire il Ponte. Siamo nel 2022, siamo in primavera da tre giorni, e ovviamente dello studio neanche l’ombra. Forse, a quanto si è appreso, Rfi inizierà a comunicare il calendario dei lavori su questo nuovo studio di fattibilità. Vorremmo capire se questo sarà un documento propedeutico alla realizzazione del Ponte, oppure un’ennesima trovata per perdere tempo. Una cosa è certa: il problema del collegamento tra Sicilia e Calabria non si risolve diminuendo di qualche minuto i tempi biblici per attraversare - soprattutto in treno - lo Stretto. Sarebbe auspicabile - conclude la deputata azzurra - avere trasparenza. Una domanda secca: il governo Draghi vuole questa grande opera? Sì o no? Non esiste una terza via”.

E si registra anche la presa di posizione del leghista Nino Germanà. "Stiamo ancora aspettando il nuovo studio di fattibilità per la costruzione del ponte tra Calabria e Sicilia promesso dal ministro delle Infrastrutture, Enrico Giovannini. Doveva essere pronto per questa primavera ma a quanto sembra non è così. Se guardiamo ai tempi del precedente studio commissionato dalla ministra De Micheli potremmo facilmente capire che di tempo ne passerà ancora e di risposte serie e concrete i cittadini non ne avranno. Ad oggi la realtà dei fatti è ben altra: le sinistre non hanno mai voluto il ponte e sarebbe più serio nei confronti dei cittadini dire le cose come stanno. D’altronde Draghi è l’uomo del fare e se avesse avuto a cuore la realizzazione del ponte i lavori sarebbero già cominciati. Ritornare a parlare di studi di fattibilità significa essere all’anno zero, prendere tempo e di palliativi, chi aspetta da anni quest’opera, non sa più che farsene. Sarebbe invece più serio che Giovannini non parlasse di ponte e dicesse quindi la verità: il ponte non si farà mai. Ha ragione la collega Siracusano, il Governo ci dica se la situazione è bianca o nera. Non è più tempo del grigio. Se diranno un no secco apprezzeremo l’onestà intellettuale così come se la risposta fosse un sì. Alla realizzazione del ponte ci penseremo noi con il prossimo Governo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte, c'è il calendario di Rfi per l'ennesimo studio di fattibilità. Siracusano: "Una trovata per perdere tempo?"

MessinaToday è in caricamento