rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Cronaca

Ponte sullo Stretto, Occhiuto contro chi critica: "Può accelerare altri investimenti, basta fatalismo"

Il presidente della regione Calabria torna sull'opera dopo l'incontro con Schifani e Salvini. "Governo ha mostrato reale determinazione". Mit pronto a formalizzare richiesta finanziamento a Bruxelles

"Ponte sullo Stretto? Sono stato a Roma, giorni fa, a parlarne col ministro dei Trasporti. Matteo Salvini ha mostrato una determinazione reale. Col presidente della Sicilia, l'amico Renato Schifani, c'è comunione d'intenti. Nessuno si tirerà indietro. Allo stesso tempo, occorre potenziare le infrastrutture connesse, a partire dalle Statale Jonica, che necessita investimenti". Così Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, in un’intervista a "Il Foglio" riportatata da AdnKronos.

"Il fatalismo non ci aiuta – aggiunge -, ricordo, peraltro, che anche quando si costruiva l'Autostrada del Sole c'era chi denunciava l'assenza di connessioni lungo il tracciato. Poi, però, proprio l'autostrada s'è rivelata la ragione per realizzare le opere contigue. E lo stesso può valere per il Ponte sullo Stretto: può diventare l'acceleratore di investimenti che altrimenti non verrebbero mai stanziati".

"E' la convinzione di chi sa che coi ‘no’ non si va avanti in nessun caso. La Calabria ha bisogno di sviluppo, ne ha un bisogno assoluto. Nel mio giardino, dunque, si faccia tutto quello che si può", conclude Occhiuto.

Intanto i Ponte sullo Stretto tra Sicilia e Calabria potrebbe beneficiare di finanziamenti diretti dell’Europa. È quando auspica il Mit guidato dal vicepremier e Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini, in vista del Consiglio dell’Unione Europea dei Ministri dei Trasporti del 5 dicembre a Bruxelles.

Al momento, è in fase di discussione il regolamento europeo sui corridoi di trasporto: il collegamento tra Calabria e Sicilia è inserito come progetto in fase di studio. Il dicastero di Porta Pia sta elaborando una serie di osservazioni al Regolamento europeo, in parallelo con l’esame del Parlamento.

Per auspicare il finanziamento, il gruppo ID – di cui fa parte la Lega – ha presentato anche un emendamento ad hoc per inserire il collegamento stabile tra Villa San Giovanni e Messina tra i cosiddetti  "missing link" ferroviari e stradali da finanziare.

Una iniziativa quella del Ministero salutata con soddisfazione da Matilde Siracusano, sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento. "Con il centrodestra al governo si fa sul serio", ha detto mentre il Movimento No Pontista rinserra le file. "Il Ponte sullo Stretto è una battaglia storica per Forza Italia e per il presidente Silvio Berlusconi - spieha Siracusano -  l’esecutivo guidato da Giorgia Meloni sostiene convintamente quest’opera, e i primi passi del ministro Matteo Salvini sono davvero incoraggianti. Il progetto esistente, già vidimato anni fa dall’Ue, va solo aggiornato e potrebbe immediatamente essere cantierabile. Il Ponte porterebbe lavoro, sviluppo, turismo, e sarebbe un incentivo strutturale e culturale per far crescere interi territori del Meridione. Abbiamo un’opportunità storica per colmare il gap intrastrutturale tra il Sud e il resto d’Italia e per concorrere a rendere il Mezzogiorno la porta del Paese e dell’Europa sul Mediterraneo. Avanti così”.

articolo aggiornato alle 14.30 del 11 novembre 2022 // aggiunto Mit

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte sullo Stretto, Occhiuto contro chi critica: "Può accelerare altri investimenti, basta fatalismo"

MessinaToday è in caricamento