Venerdì, 30 Luglio 2021

VIDEO | Ponte sullo Stretto, Giordano:"Inutile, antieconomico e devastante per il territorio"

Continua a essere lo spauracchio di ogni governo, ma per l'ambientalista nessun dubbio: è una infrastruttura irrealizzabile sotto tanti punti di vista. "Pensiamo prima alla sicurezza delle nostre strade, poi a queste grandi opere", ha detto

Ponte si, ponte no. La grande infrastruttura dello Stretto continua a essere lo spauracchio di ogni governo. A infuocare la posta, negli utimi mesi, sono stati i fondi del Recovery Fund. Una opportunità economica europea entro la quale alcuni deputati nazionali avrebbero voluto inserire anche la  realizzazione del ponte.

Ponte sullo Stretto, quattro progetti sul tavolo del governo Draghi 

Per l'ambientalista Anna Giordano, che in passato ha compiuto anni e anni di battaglie opponendosi strenuamente alla realizzazione della grande infrastruttura, pochi dubbi. "Come avere una casa con il biliardo ma senza il tetto", ha detto a MessinaToday, puntando l'attenzione sulla necessità di intervenire nelle opere di messa in sicurezza delle autostrade. 

"Il Ponte è inutile e devastante per il territorio. Secondo l'immaginario si calerebbe dal cielo poggiandosi dolcemente sulle due sponde ma non è così, perché fare un'opera del genere vuol dire fare sbancamenti ingentissimi, porsi il problema di dove mettere il materiale di scavo, aprire cantieri per fare cosa?", prosegue Giordano. 

La riflessione: Se Salvini torna a ponti...ficare: “Ponte sullo Stretto con l'acciaio dell'Ilva”

Intanto la società Webuild, ex Salini Impregilo, azienda che ha chiuso il 2020 con un fatturato di oltre 41 miliardi di euro, avrebbe già il progetto nero su bianco. La maggior parte dei proventi dell'impresa, che si è già dichiarata pronta a cominciare immediatamente i lavori, derivano proprio dalla progettazione sulla grande infrastruttura. Titoli sulla carta, quelli costruiti nel corso del tempo, che nemmeno la pandemia ha bloccato. 

"Non servirebbe nemmeno per collegare le due sponde più velocemente - continua Giordano - Ci sarebbero i raccordi da raggiungere e non sarebbe abbrevio di percorrenza ma una catastrofe per il territorio massacrato dall'opera in un'area con un rischio sismico da non sottovalutare". 

Uno dei presupposti del Recovery Fund è quello di trasformare il volto dell'Europa verso una visione green della vita. Sarebbe un'evidente contrasto, quindi, la realizzazione di una infrastruttura a impatto tutt'altro che zero sull'ambiente. 

"Se mai qualcuno avrà l'ardire di tirare fuori un progetto ripetutamente bocciato dai pareri e studi d'incidenza ambientale, ricominceremo a parlare. Fino ad allora pensiamo a vivere in maniera civile il quotidiano vivere di ciascuno in una terra che è un pericolo ogni volta che qualcuno prende una macchina", conclude Giordano. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Ponte sullo Stretto, Giordano:"Inutile, antieconomico e devastante per il territorio"

MessinaToday è in caricamento