rotate-mobile
Cronaca

Ponte sullo Stretto, ancora scontro sui finanziamenti: non c'è traccia di quelli europei

Per la segretaria del Pd, Elly Schlein "Salvini fa propaganda insistendo su un progetto vetusto, anacronistico e sbagliato, sta de-finanziando interventi infrastrutturali che in poco tempo potrebbero cambiare la mobilità"

“Un progetto vetusto del Ponte sullo Stretto, noi in manovra abbiamo proposto di spendere meglio quelle risorse, ad esempio per un grande piano casa nazionale". Lo ha detto la segretaria del Partito democratico, Elly Schlein, ospite di "diMartedi'", su La7. "Salvini fa propaganda insistendo su un progetto vetusto, anacronistico e sbagliato come quello del Ponte e sta de-finanziando interventi infrastrutturali che in poco tempo potrebbero cambiare la mobilità", ha aggiunto.

Ma a proposito di finanziamenti, resta ancora nel libro delle buone intenzioni il contributo dell’Unione europea alla progettazione esecutiva del Ponte sullo Stretto. 
Nell'elenco dei  progetti pre-identificati nell'ambito dello strumento CEF non risulta quello dello Stretto di Messina, come si dedurre da quanto scritto e pubblicato sul sito di Pat Cox, responsabile del corridoio Scandinavo-Mediterraneo delle TEN-T. (clicca qui).

Anche ad aprile c’era stato un annuncio sulla Ue pronta a finanziare il 50% dei costi per aggiornare gli studi d’impatto ambientale dopo un incontro tra il coordinatore della Commissione Ue per il corridoio Ten-t Scandinavo-Mediterraneo Pat Cox con il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini. Presenti a quell’incontro anche i governatori Renato Schifani e Roberto Occhiuto. 

Ma fino ad oggi nisba. C’è solo il contributo che le Regioni Sicilia e Calabria hanno deciso di tirare fuori tra le polemiche dal Fondo di coesione e sviluppo (1,6 miliardi di euro ad altre destinazioni regionali nell’ambito del Fsc) per un progetto che ancora non è esecutivo.

“Stiamo procedendo speditamente e con grande impegno – ha dichiarato di recente l’amministratore delegato Pietro Ciucci  - L’obiettivo è di realizzare il ponte sullo Stretto nei tempi previsti dalla legge, conto a fine gennaio, inizio febbraio di portare in approvazione del Consiglio di Amministrazione della Stretto di Messina la Relazione del Progettista che aggiorna il progetto definitivo. Il ponte è un’infrastruttura strategica che ha il compito di dare continuità a strade e ferrovie e al tempo stesso di valorizzare la portualità. Opera del territorio per il territorio, con un impatto positivo per l’intero Paese che unisce due regioni del Mezzogiorno con oltre 7 milioni di abitanti”.

L’incontro per approvare la relazione di aggiornamento con il parere del Comitato scientifico dovrebbe svolgersi a metà febbraio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte sullo Stretto, ancora scontro sui finanziamenti: non c'è traccia di quelli europei

MessinaToday è in caricamento