rotate-mobile
Martedì, 5 Marzo 2024
Cronaca

Il cantiere infinito del porto di Tremestieri, Uil: "Pessima la gestione del Comune"

Il sindacato contesta i continui ritardi per il completamento dell'opera atteso da due anni. Ancora in standby il passaggio alla nuova società

Neanche il 2023 ha portato novità sostanziali sul completamento del porto di Tremestieri. L'opera, insieme al viadotto Ritiro, è il simbolo dei cantieri lumaca i cui costi lievitano di mese in mese mentre la data di consegna diventa sempre più incalcolabile. Sull'argomento torna la Uil attaccando ancora una volta l'amministrazione comunale.

"Apprendiamo che per l’ennesima volta, a fronte dei toni trionfalistici e ottimistici dell’amministrazione comunale, siamo ad un ulteriore nulla di fatto sulla ripartenza dei lavori al porto di Tremestieri - dichiarano Ivan Tripodi segretario generale Uil Messina e Michele Barresi con Nino Di Mento segretari Uiltrasporti Messina - e non ci stupisce affatto che la nuova società Bruno Teodoro non abbia ancora sottoscritto il contratto che, ricordiamo, si dava per scontato fosse firmato entro lo scorso mese di ottobre.  Il cantiere, aperto nel 2018 dall'amministrazione De Luca, doveva essere completato nel 2021, ad oggi le date di ultimazione dei lavori sono slittate di mese in mese, il cantiere tristemente abbandonato alle mareggiate, con maggiori costi di circa 45 milioni di euro, dei totali 72 milioni del costo complessivo iniziale, di cui i contribuenti dovranno farsi carico".

Uil e Uiltrasporti continuano ad invocare un urgente ed inevitabile cambio di regia, necessario alla luce della pessima gestione dell’appalto da parte del Comune di Messina.

"L’impresa Bruno Teodoro, com'era ampiamente prevedibile, subentrata alla Coedmar, in data 12.10.2023 in una nota, indirizzata alla Stazione appaltante, il Comune di Messina, scriveva che, senza le dovute garanzie sulla totale copertura finanziaria dell'opera, in cantiere non porterà nemmeno un operaio.  E quella totale copertura finanziaria ad oggi non c'è- continua il sindacato - per questo motivo è inutile qualsiasi incontro promosso dall'Assessore Mondello, nonché vice sindaco, con la Teodoro Costruzioni, perché in ossequio al detto: "senza soldi, non si canta messa", quel cantiere rimane fantasma .  Questo sindacato ha sempre sostenuto il Commissariamento del cantiere, e continua ad invocarlo a gran voce, nella convinzione che sia l'unica soluzione attendibile, togliendolo al più presto alle responsabilità del Comune di Messina, dimostratosi inadeguato, e affinché vi sia garanzia dei fondi mancanti, da reperire tra Governo, Regione e Autorità portuale dello Stretto, e possa essere così finalmente completato. Rinnoviamo pertanto il nostro invito all'impegno della Deputazione nazionale e regionale messinese - concludono Uil e Uiltrasporti- affinché tutto ciò si possa realizzare in tempi finalmente certi e brevi, per il bene della città, della sua occupazione e dello sviluppo di questo territorio oggi mortificato dal fallimento nella costruzione della sua infrastruttura più importante".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il cantiere infinito del porto di Tremestieri, Uil: "Pessima la gestione del Comune"

MessinaToday è in caricamento