Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Precari covid liquidati, esplode la protesta all'Asp: "Non siamo di serie B"

Sit in dei lavoratori chiamati in periodo emergenziale ed esclusi dalla proroga nonostante quanto previsto dall’assessore regionale alla salute Giovanna Volo

Sventolano cartelli con la scritta “emergenza covid precari di serie B”. Sono i lavoratori chiamati in periodo emergenziale per i quali l’Asp di Messina non ha concesso la proroga fino al 28 febbraio come previsto dall’assessore regionale alla salute Giovanna Volo per tutti i precari covid.

La lettera aperta: "Dietro ogni professionista si celano esseri umani"

Stamani a protestare davanti alla sede dell’Asp di Messina si è presentato un nutrito gruppo che in questi hanno ha collaborato negli hub, per il rifornimento e la somministrazione dei vaccini l’esecuzione dei tamponi ma anche per le finformazioni agli utenti e che oggi sono stati liquidati con una Pec.

Sulla vicenda aveva protestato nei giorni scorsi anche il deputato regionale di Sicilia Vera Pippo Lombardo e Cisl Funzione pubblica che ha chiesto un’ispezione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precari covid liquidati, esplode la protesta all'Asp: "Non siamo di serie B"
MessinaToday è in caricamento