rotate-mobile
Cronaca

Approvato in prefettura il piano per la ricerca delle persone scomparse, ci sarà anche una “checklist“

Tra le novità introdotte, la compilazione da parte dell’operatore che riceve la denuncia di una lista di controllo che contiene un dettagliato profilo geografico sugli spostamenti e le abitudini

E’ stato approvato dal prefetto di Messina l’aggiornamento del Piano provinciale per la ricerca delle persone scomparse, predisposto all’esito di un iter di collaborazione e condivisione con gli Enti ed Istituzioni locali, le Forze di Polizia, i Vigili del Fuoco e tutte le componenti operative, comprese le Associazioni di volontariato, a vario titolo, coinvolte nelle complesse attività finalizzate al rintraccio di una persona scomparsa.    

Il nuovo Piano è stato riveduto sulla base delle recenti indicazioni fornite dall’Ufficio del Commissario Straordinario del Governo per le persone scomparse ed ha, quindi, recepito le buone prassi maturate negli ultimi anni sul territorio, con particolare attenzione alla circolarità informativa, alla tempestività degli interventi ed alla flessibilità delle procedure in grado di adattarsi alle caratteristiche dei soggetti scomparsi ed agli scenari di riferimento.

Con questa rinnovata pianificazione sono stati delineati i vari aspetti concernenti il verificarsi di un tale delicato evento, specie quando lo stesso attiene a dei soggetti fragili (minori, anziani o soggetti con patologie), sin dalla ricezione della segnalazione, alla definizione degli scenari operativi, dalla comunicazione con i mass media al sostegno psicologico da assicurare ai familiari dello scomparso con riferimento, altresì, alle procedure da attuarsi nei casi di sparizione di minori ed al correlato coinvolgimento dell’Autorità giudiziaria minorile

Per tali motivi sono state interessate nel Piano le Associazioni “Penelope”, ”Psicologi per i Popoli“ (Sicilia),“Telefono Azzurro Onlus” ed “Alzheimer Uniti“.

Tra le novità introdotte, la compilazione da parte dell’operatore che riceve la denuncia di scomparsa di una “checklist“ contenente un dettagliato profilo geografico sugli spostamenti e le abitudini della persona scomparsa, la possibilità di usufruire dell’apporto della componente specialistica della Guardia di Finanza nelle operazioni di ricerca in zona non antropizzata, la pubblicazione delle foto dei minori scomparsi sul sito https://globalmisingkids.org o, per quelli minori di 10 anni, sugli schermi  del circuito ATM - previo consenso espresso da parte dell’esercente la responsabilità genitoriale - e la costituzione di una cabina di regia coordinata dalla Prefettura, qualora le esigenze di raccordo delle ricerche e la complessità della situazione lo richiedano.

Il nuovo Piano provinciale per la ricerca delle persone scomparse ha, pertanto, rinnovato ed incrementato la prontezza operativa con l’intento di implementare una concreta ed efficace risposta ad un fenomeno che richiede la massima attenzione e sinergia tra tutte le Istituzioni e gli Enti coinvolti.

Il Piano sarà consultabile sul sito della Prefettura di Messina wwwprefettura.it/messina alla sezione “Protezione civile“  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato in prefettura il piano per la ricerca delle persone scomparse, ci sarà anche una “checklist“

MessinaToday è in caricamento