Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Droghe, alcol e dipendenze fra i giovanissimi: nasce la rete integrata per proteggere i minori

La presentazione del protocollo d'intesa della prefettura con le forze dell'Ordine, Procure e Asp e dirigente scolastico. Gli obiettivi per le azioni di formazione e prevenzione

Sarà presentato il 25 giugno in videoconferenza, il protocollo d’Intesa, finalizzato allo sviluppo ed al consolidamento di buone prassi per la piena applicazione del Testo unico delle leggi in materia di tossicodipendenze ed al contrasto dei fenomeni legati ad altre forme di dipendenza e disagio minorile in ambito scolastico.

Tale iniziativa, sviluppata dalla prefettura su proposta del Procuratore presso il Tribunale dei minorenni di Messina ed condivisa dal ministero dell’Interno, si prefigge l’obiettivo di “realizzare una rete integrata di interventi miranti alla protezione dei minori da problematiche di dipendenza patologica (in particolare, dipendenza da sostanze, ludopatia, nomofobia, video game addiction), sia attraverso azioni di formazione e prevenzione destinate alla generalità degli utenti, sia mediante mirate azioni di presa in carico dei singoli minori segnalati per tali dipendenze”.

Il protocollo vede il coinvolgimento, oltre che del prefetto di Messina Maria Carmela Librizzi e del procuratore della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni, anche delle forze dell’ordine, del comune e della Città metropolitana di Messina, delle Procure della Repubblica presso i Tribunali di Messina, Barcellona Pozzo di Gotto. e Patti, del Tribunale per i minorenni di Messina, del Centro per la Giustizia Minorile per la Sicilia di Palermo, del responsabile dell’Ufficio Servizi Sociale per i Minorenni di Messina, del direttore generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina ed del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Messina.

Il protocollo sarà firmato digitalmente da ciascuna delle predette Autorità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droghe, alcol e dipendenze fra i giovanissimi: nasce la rete integrata per proteggere i minori

MessinaToday è in caricamento