rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Cronaca

Torna la Vara, ma prima un "check-up" completo per verificare la struttura dopo due anni di stop

Messina potrà festeggiare come da tradizione il suo Ferragosto. Al Comune la riunione operative su sicurezza e incolumità pubblica. Necessarie delle verifiche sulla machina votiva

Dopo due anni di stop la Vara tornerà sulle strade di Messina, ma prima saranno necessarie alcune verifiche tecniche. Questo è quanto emerso dalla riunione che questa mattina si è svolta a Palazzo Zanca per fare il punto sull'attesa processione che, insieme a quella dei Giganti, caratterizzerà il prossimo ferragosto. Seduti intorno al tavolo gli assessori, alla Protezione Civile, Massimiliano Minutoli, ed alla Cultura, Enzo Caruso insieme al dirigente del dipartimento ai Servizi alla Persona e alle Imprese Salvatore De Francesco, all’architetto Andrea Milici, funzionario del dipartimento comunale Servizi Tecnici ed al geometra Vincenzo Riparare, responsabile dell’Ufficio Pronto Intervento.

Focus su sicurezza e pubblica incolumità. sono stati trattati gli aspetti inerenti la sicurezza. “L’incontro di oggi è stato incentrato soprattutto sulla verifica strutturale della macchina votiva – hanno dichiarato gli assessori Minutoli e Caruso –. Si è concordato di effettuare una ricognizione sullo stato di conservazione dei materiali. Si procederà ad una verifica strutturale dei vari elementi che compongono la Vara in considerazione che la sicurezza è al primo posto e a causa del Covid la macchina è rimasta ferma per oltre due anni. Un controllo generale quindi è indispensabile per poi procedere alle fasi successive. Saranno preparate e sistemate le attrezzature e si comincerà a programmare l’aspetto della sicurezza attraverso il Piano di emergenza. E’ nostra intenzione coinvolgere successivamente la Soprintendenza ai Beni Culturali per pianificare un restyling generale della Vara e convocare una serie di tavoli tecnici con la presenza delle istituzioni e dei vari attori coinvolti in maniera diretta ed indiretta all’organizzazione della manifestazione e degli eventi collaterali”.

Sugli interventi alla machina votiva, lo scorso mese i 5 Stelle avevano denunciato il mancato stanziamento di fondi per il restauro della Vara, e per gli interventi per il ripristino delle funzionalità e delle condizioni strutturali,

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la Vara, ma prima un "check-up" completo per verificare la struttura dopo due anni di stop

MessinaToday è in caricamento