rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca

Appalti e tangenti al Consorzio autostrade, pesanti condanne per i lavori della Siracusa-Gela

Sei anni e sei mesi per Antonio Gazzara e Duccio Astaldi (con interdizione perpetua), quattro per Antonino D’Andrea

Sei anni e sei mesi per Antonio Gazzara e Duccio Astaldi (con interdizione perpetua), quattro per Antonino D’Andrea con interdizione per 5 anni, un anno e mezzo per Gaspare Sceusa e un anno per Maurizio Trainiti (pena sospesa).

Tutti dovranno pagare il risarcimento danni in favore delle parti civili Consorzio per le autostrade siciliane e assessorato alle Infrastrutture, da liquidarsi in separata sede (tremila euro la provvisionale) nonché le spese legali.

Niente risarcimento invece per il Codacons che si era costituito parte civile e assoluzione per gli imputati Pietro Mandanici, Sebastiano Sudano, Antonino Recupero e Corrado Magno accusati di turbativa d’asta “perchè il fatto non sussiste”.

Si chiude con cinque condanne la sentenza di primo grado emessa della Prima sezione del Tribunale (presidente Maria Eugenia Grimaldi) per il processo sulla corruzione al Consorzio autostrade siciliane che coinvolgeva nove imputati tra imprenditori, funzionari dell’ente e professionisti.

La vicenda ruota attorno alla gara d’appalto del Cas, il consorzio per le autostrade siciliane per l’affidamento dei lavori di realizzazione di tre lotti dell’autostrada Siracusa – Gela tra il 2014 e il 2015. Le indagini avviate dopo una segnalazione da parte del Tar di Catania chiamato a dirimere un ricorso delle imprese che erano rimaste escluse dalla gara. Trasmessi gli atti alla procura di Messina, l’indagine ha svelato una serie di irregolarità ed episodi di corruzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti e tangenti al Consorzio autostrade, pesanti condanne per i lavori della Siracusa-Gela

MessinaToday è in caricamento